Evento ad Agnone a cura del Centro Studi Alto Molise "L. Gamberale - "Favole e fiabe di ieri e di oggi:leggere per crescere"

Il 13 Agosto 2016 presso la dimora che fu dello studioso agnonese Luigi Gamberale

| di Maria Carosella
| Categoria: Arte
STAMPA

Sabato 13 agosto 2016,alle ore 18.00,il Centro Studi Alto Molise"Luigi Gamberale" sarà ospite del dott. Italo Marinelli,nel giardino della sua abitazione che fu la dimora dell'illustre studioso agnonese Luigi Gamberale. Il tema dell'evento è:"Favole e fiabe di ieri e di oggi:leggere per crescere",nel corso del quale verrà presentato  una delle opere che meglio rivelano l'impegno pedagogico del prof.Gamberale:"Il Tronino d'oro" unitamente alle  fiabe di Rita Cerimele:"Abbiamo tanto da dire" e " La bambina con la valigia rossa",ed.Etica. Marcella Amicone ci parlerà dell'importanza che fiabe hanno,dal punto di vista educativo e formativo,nella delicata crescita dell'individuo.Tra gli ospiti importante sarà la presenza dell dott.Sergio Zarrilli,pediatra di famiglia,per illustrare l'interessante progetto "Nati per leggere". La presentazione verrà animata dalle letture di brani scelti da parte di Sonia Busico e Saverio La Gamba oltre che dall'intermezzo musicale di Lino Mastronardi mentre Ida Cimmino, presidente del Centro Studi Alto Molise,curerà l'introduzione e il coordinamento di tutto l'evento.
 

Note biografiche:

LUIGI GAMBERALE                                                                            

http://www.treccani.it/enciclopedia/luigi-gamberale_(Dizionario-Biografico)/
 

RITA CERIMELE
Rita Cerimele è nativa di Agnone (IS) e vive e lavora a Torino. Scrive poesie da quando aveva dodici anni e dal duemiladodici con i figli ormai grandi, ha riscoperto questa antica passione dedicandosi alla composizione in rima, sonetti, endecasillabi sciolti, incatenati e in lingua vulgaris. La sua tecnica è stata contagiata persino dal tocco orientale degli haiku, sedoka e tanka. E' del parere che un poeta debba cimentarsi in diverse tecniche di scrittura per evolvere verso la completezza, per questo ha deciso di intraprendere oltre alla poesia e alla prosa, la strada dei racconti brevi a carattere memory, favolistico e fiabesco, sviluppando una visione innovativa delle storie per bambini e anziani. La maggior parte delle sue pubblicazioni avviene su Internet. Alcuni elaborati sono stati editati in Raccolte di Autori Vari, per gli haiku da Luna Nera a cura di Haiku Tradizionali: L'Immenso Breve nel duemilatredici e Orme di Noi nel duemilaquattordici. Con la poesia Girotondo pubblicata sull'antologia "Ho conosciuto Gerico," Ursini Edizioni duemilaquattordici, è arrivata tra i finalisti alla terza edizione del concorso "Premio Alda Merini - Accademia dei Bronzi." Altri versi sono presenti in molteplici antologie ricevendo premi al merito, mentre alla poesia Lo Corvo, scritta in italiano antico, è stato conferito il premio speciale della giuria al concorso: Poesie sotto l'Albero, Natale duemilaquattordici, bandito dall'Associazione culturale L@ Nuov@ Mus@, e, per l'edizione estiva Sotto il cielo di Luglio, ha avuto il piacere di essere parte della giuria. A Novembre duemilaquattordici è stato pubblicato il suo primo ebook del quale seguirà presto la versione cartacea ampliata: Lascia che il tempo corra, dove oltre alla lettura degli haiku, i lettori verranno trascinati e guidati in un magico mondo.  La sua musa ispiratrice è Madre Natura e il suo motto è quello di sorridere sempre, perché il sorriso previene le rughe, è gratuito e ha la potenza di trasmettere la giusta energia positiva per meglio vivere la vita.

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK