Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Cento anni sono passati dalla fondazione del Bauhaus che influenzò il mondo

L'esperienza didattica della scuola influirà profondamente sull'insegnamento artistico e tecnico fino ad oggi. 

| di Enzo Carmine Delli Quadri
| Categoria: Arte | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Bauhaus, il cui nome completo era Staatlitches Bauhaus, fu una scuola di architettura, arte e disegno della Germania che operò a Weimar dal 1919 al 1925, a Dessau dal 25 al 32 e a Berlino dal 32 al 1933. il termine Bauhaus richiamava la parola medievale Bauhütte, indicante la loggia dei muratori. Fu una scuola, ma rappresentò anche il punto di riferimento fondamentale per tutti i movimenti d'innovazione nel campo del design e dell'architettura legati al razionalismo e al funzionalismo. Il Bauhaus fu un momento cruciale nel dibattito novecentesco del rapporto tra tecnologia e cultura. L'esperienza didattica della scuola influirà profondamente sull'insegnamento artistico e tecnico fino ad oggi. La scuola interruppe le sue attività con l'avvento del nazismo.

Per avere un’idea della sua influenza sul mondo occidentale, fino ad oggi, basti pensare alla Haus am Horn, un prototipo abitativo costruito per la mostra del Bauhaus di Weimar del 1923, progettato da Georg Muche. Le innovazioni erano rappresentate dalla mancanza di corridoi: tutte le stanze si rivolgevano al soggiorno, e da una migliore disposizione degli spazi e strutturazione dei collegamenti interni: cucina in comunicazione con la sala da pranzo, camera da letto con il bagno, cucina con la sala dei bambini, affinché la madre potesse controllarli. Gli arredi interni furono progettati e realizzati dagli studenti del Bauhaus. Alma Buscher si dedicò alla progettazione di pareti scrivibili e cubi-costruzioni per la camera dei bambini, mentre la cucina fu una delle più moderne prevedendo elettrodomestici e superfici lisce da poter essere facilmente pulite.

Enzo Carmine Delli Quadri

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK