"Squalificati" in scena il rapporto più che attuale tra mass media e potere, all'Italo Argentino di Agnone

La storia ruota intorno all’intervista che Silvia Uber (Stefania Rocca), la giornalista più famosa del paese, deve fare in diretta nazionale al Presidente del Consiglio Vittorio Bosco,coinvolto in uno scandalo sessuale

| di Maria Carosella
| Categoria: Arte
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

 

 Tematica di grande attualità nella rappresentazione teatrale di questa sera dalle ore 21 al teatro Italo Argentino di Agnone, Squalificati, il rapporto tra mass media e potere, con una grande attrice ,Stefania Rocca interpete di  una giornalista  che affronta l’intervista più difficile della sua carriera: un faccia a faccia con il Presidente del governo, presumibilmente coinvolto in un crimine aberrante.
con Andrea de Goyzueta e Fabrizio Vona

La storia ruota intorno all’intervista che Silvia Uber (Stefania Rocca), la giornalista più famosa del paese, deve fare in diretta nazionale al Presidente del Consiglio Vittorio Bosco (Andrea de Goyzueta), coinvolto in uno scandalo sessuale in cui è stato accusato di aver abusato di una minorenne, ad affiancare il Capo di Stato c’è il suo fidatissimo Segretario di Stampa Giordano (Fabrizio Vona) che ha il compito di proteggerne l’immagine e la dignità come uomo e come politico. Sin da subito tra i tre si innescano giochi di forza, dapprima (mal) celati, poi sempre più espliciti fino ad arrivare a una lotta aperta senza esclusione di colpi 

Al centro di Squalificati c’è infatti una domanda imprescindibile: che prezzo ha la verità? Silvia sa che il Presidente è colpevole, ne ha le prove e vuole smascherarlo a costo di rompere gli equilibri di un Paese che dopo anni turbolenti vive adesso una ritrovata serenità, ma se la scelta è fra la giustizia e la propria famiglia o la propria carriera? O in poche parole tra il bene collettivo e il proprio bene?
Se la strategia iniziale per far tacere la giornalista è quella di metterla in imbarazzo, farla dubitare di sé, crearle attorno una situazione a dir poco scomoda (Giordano la accusa di avergli fatto delle avance piuttosto esplicite), i due presto sfoggeranno armi ben più pericolose con una mossa che mette in pericolo sia la sua famiglia che la carriera di Silvia.


 

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK