Rapporto della Banca d'Italia "L'economia del Molise-aggiornamento congiunturale: Segnali di ripresa per l'economia del Molise, anche se la crescita economica prosegue in misura moderata rispetto al resto del Paese.

| Categoria: Attualità
STAMPA

 

 Presso il Salone di rappresentanza della Prefettura di Isernia, è stato presentato il rapporto sull'economia regionale, a cura della Filiale della Banca d'Italia di Campobasso, dal titolo "L'economia del Molise - Aggiornamento congiunturale". 
La pubblicazione si inserisce all'interno della serie "Economie regionali", che comprende i rapporti annuali e gli aggiornamenti congiunturali, con la finalità di presentare studi sulle condizioni cicliche e sulla struttura economica e finanziaria delle regioni italiane. 
Dopo i saluti del Prefetto Fernando Guida, i lavori sono stati introdotti dal Direttore della Filiale molisana della Banca d'Italia Dealma Fronzi e sono proseguiti con una relazione dei funzionari del "Nucleo per la ricerca economica" della Banca, Pietro de Matteis e Marco Manile. 
Dall'aggiornamento congiunturale, che fa seguito alla presentazione del rapporto annuale avvenuta lo scorso giugno, è emerso che continuano a registrarsi segnali di ripresa per l'economia del Molise, anche se la crescita economica prosegue in misura moderata rispetto al resto del Paese. 
In particolare, sono le imprese più grandi quelle che esportano all'estero e trainano la crescita, mentre la domanda interna resta debole. Nel settore delle costruzioni si ravvisano le maggiori criticità in quanto il riavvio della produzione stenta a consolidarsi. 
Per quanto riguarda il mercato del lavoro, nei primi mesi dell'anno si registra un calo dell'occupazione, tuttavia crescono le persone in cerca di occupazione e diminuiscono gli "scoraggiati", il che può essere interpretato come un segnale di fiducia nella maggiore possibilità di trovare un'occupazione. Diminuiscono le ore di cassa integrazione guadagni, ritornando quasi ai livelli pre-crisi. 
Quanto al mercato del credito, si assiste ad una diminuzione nella concessione del credito alle imprese, mentre vi è un aumento del credito alle famiglie, sia per quanto concerne la concessione di mutui che per il credito al consumo. 
Le prospettive future lasciano, dunque, ben sperare in un proseguimento nella crescita e in una ripresa degli investimenti. 
L'iniziativa - alla quale sono intervenuti il Presidente del Consiglio Regionale, l'Assessore Regionale alle attività produttive, il Presidente della Provincia di Isernia, il Sindaco del comune capoluogo, il Presidente dell'ANCI Molise, i rappresentanti delle Associazioni di categoria con alcuni imprenditori della provincia, i dirigenti degli uffici pubblici e i vertici delle Forze di Polizia - ha rappresentato una preziosa occasione per fare il punto sulla situazione dell'economia della regione, lasciando emergere interessanti spunti di riflessione nel corso del dibattito che ne è conseguito.

http://www.prefettura.it/isernia/news/Comunicati_stampa-6682213.htm#News_71530

23/11/2017 

 

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK