Elezioni regionali, il centrodestra brucia anche Donato Toma: riprendono le trattative

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Votantonio, votantonio: sembra essere questo lo slogan che investe in queste ultime ore il centrodestra molisano. Trovare un candidato che si assuma la responsabilità di guidare una coalizione che ha perso le elezioni politiche non eleggendo alcun deputato non è la cosa più facile.

E a poche ore dall’ufficializzazione della candidatura, che doveva avvenire al tavolo di centrodestra previsto per questa sera alle 19, anche il nome di Donato Toma salta e si aggiunge ai tanti già bruciati dal centrodestra. Due su tutti il giudice Enzo Di Giacomo e la sindacalista della Uil Tecla Boccardo.

Che cosa accadrà nelle prossime ore? Che il centrodestra dovrà risedersi al tavolo delle trattative cercando di far uscire il nome giusto entro la nottata di oggi. La cosa non sarà affatto facile alla luce delle contestazioni che si stanno verificando all’indirizzo della coordinatrice di Forza Italia, Annaelsa Tartaglione da parte della base del suo partito. 

Eleggere Papa Bergoglio fu più facile e meno faticosa 5 anni fa al soglio pontificio. E ad oggi il centrodestra sembra essere la coalizione che è più in difficoltà rispetto alla scadenza della presentazione delle liste fissata per il 24 marzo. A centrosinistra sembra ormai fatta per Paolo Fratturanel Pd e Roberto Ruta per Ulivo 2.0., Stesso discorso per il Movimento Cinque Stelle che oggi ha addirittura presentato Andrea Greco in conferenza stampa.

Per il centrodestra non faremo nomi: continua suhttp://molione.altervista.org/elezioni-regionali-centrodestra-brucia-anche-donato-toma-riprendono-le-trattative/

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK