Vitalizi addio ma solo per la Camera, la soddisfazione 5 stelle contro la critica di Danilo Leva

Il Pd ha votato a favore della legge, LeU e Forza Italia si sono astenuti

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Dopo tanti anni è avvenuto: la Camera ha approvato il taglio dei vitalizi. L’ufficio di presidenza di Montecitorio ha dato il via libera all’intervento sulle indennità degli ex parlamentari, stabilendo che a partire da gennaio 2019 siano ricalcolati secondo il metodo contributivo risparmiando circa 40 milioni di euro. 

Ecco come si è composto lo scacchiere della Camera: Forza Italia si è astenuta, mentre M5sLega, Fdi e Pd hanno votato a favore. Leu non ha partecipato al voto. Poco dopo l’annuncio i parlamentari 5 stelle si sono radunati in piazza Montecitorio con palloncini gialli e bottiglie di champagne per festeggiare quello che considerano “un traguardo storico” per una delle loro battaglie. 

Diversi commenti hanno interessato il Molise. Il primo è stato quello del capogruppo al Consiglio Regionale, Andrea Greco, che come sempre affida le sue riflessioni ai video facebook. 

"Per la prima volta dopo decenni - ha sostenuto Greco- dopo che ci hanno detto che non si poteva fare ma ora lo hanno fatto. Stabiliremo il principio del buonsenso e dell'equità. Ringrazio tutte le persone che si sono battute per eliminare questo privilegio fastidioso e medievale". 

Greco dice che in Molise si spendono 3 milioni e mezzo l'anno in Molise di vitalizi e si augura che questa cosa possa essere risolta con una inversione di tendenza che deve essere preso in considerazione dal presidente Toma. 

Interviene con una foto e con una dichiarazione anche la parlamentare Rosalba Testamento.  "L'Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati - ha sottolineato-  ha deliberato il taglio dei vitalizi degli ex parlamentari. I risparmi di spesa andranno a finanziare l'aumento delle pensioni minime e sociali. Grazie al M5S si ristabiliscono i diritti dei cittadini e si tagliano i privilegi". 

Di diverso avviso l'ex deputato LeU Danilo Leva. Il suo partito si è astenuto dalla votazione in aula. 

"Allora oggi  - ha sostenuto- è stata approvata la delibera dell'ufficio di presidenza della camera per il taglio dei vitalizi.  Qualcuno mi può spiegare senza ricoprirmi di insulti perché la lega e i cinque stelle, se avessero voluto realmente eliminarli,non hanno fatto una legge? 
Ma vi pare normale o banalmente costituzionale che i deputati non avranno più i vitalizio e i senatori invece continueranno ad averli?
A me sembra una presa a in giro .insomma un po' di sana propaganda esattamente come tutte le cose o gli atti a cui stiamo assistendo in questi mesi.
P.s. io non vengo toccato dal provvedimento.quindi non parlo per difendere me stesso". 

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK