'Ndocciata, la festa del fuoco ha incantato agnonesi e turisti accorsi per vederla

Una tradizione che si rinnova soprattutto grazie alle aziende locali che sostengono l'economia e ci hanno permesso di andare in diretta facebook questa sera.

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Festa di tradizioni per Agnone e i suoi abitanti. La Ndocciata ancora una volta ha saputo affascinare grandi e piccini. Tutto questo è avvenuto grazie alla Pro loco e al Comune  che si sono spesi molto affinché tutto andasse bene. Dal palco delle autorità ha parlato anche il presidente della Regione Donato Toma sottolineando che la manifestazione è molisana non soltanto di Agnone. In una intervista ad altomolise.net invece il consigliere regionale Andrea Greco ha sostenuto che sulla 'ndocciata e sul finanziamento al 50% da parte della Regione purtroppo si è spaccata la stessa maggioranza, che ha deciso di non discutere l'ordine del giorno presentato da Aida Romagnuolo della Lega. Sul tema è intervenuta anche la vicesindaca Linda Marcovecchio la quale ha sostenuto che "si è aperto un dialogo tra Comune e Regione per far fronte a questo tipo di difficoltà". 

Mettendo da parte la questione politica abbiamo assistito, come ogni anno, a una festa di fuoco. Una serata non troppo fredda,dopo una giornata alternata da pioggia e sole che riscaldava. 'Ndocciata: un fiume di gente, fuoco, fumo, scintille, uomini avvolti nei cappotti a ruota, spettacolo ancestrale. Nel video di altomolise.net si vedono le ndocce composte da 24 torce portate a spalla da un unico indocciatore, coperto dal cappotto a ruota, cappello, stivali.

La sfilata delle ndocce è stata preceduta da un corteo di figuranti delle varie contrade agnonesi in costume locale.Portavano tra le mani oggetti della tradizione e animali e sono rappresentativi degli antichi contadini che tornanando a Agnone la notte di Natale portavano con se i prodotti della campagna. Molti i bambini ad assistere allo spettacolo tra l'affascinato e il timoroso. I visitatori a migliaia provenienti da tutta Italia dal Piemonte fino alla vicina Campania, passando per il Lazio. 

Ad ogni manifestazione della tradizione è sempre impossibile quantificare quanta gente fosse presente. Dall'affluenza davanti alla postazione di Altomolise.net possiamo approssimare un numero vicino ai 20mila partecipanti. 

La Ndocciata è soprattutto promozione del territorio. E promuoverlo significa dare spazio a quelle aziende che investono su Agnone e che fanno del paese una punta di diamante del Molise. Sono le stesse che ci hanno permesso di trasmettere lo streaming via facebook. C'è l'azienda dolciaria Labbate e Mazziotta, il panificio Altomolise, la Sammartino costruzioni srl dell'ingegnere Umberto Sammartino, il ristorante La Panonda, l'azienda Tavarozzi e regali, il centro riabilitazione Atlante, il legionario del caffè, Jerry Do acconciaturori di Donatella Marcovecchio, Eulalia, via del Caffè, calzature La Luisa, Effetti Moda di Rossella Amicone, albergo ristorante pizzeria Il Corazziere, panificio antichi sapori Patriarca, pasta all'uovo Lucia. 

Oltre alle aziende anche contributi di privati cittadini che credono nella Ndocciata e ci hanno voluto dare una mano per farla vedere anche a chi non è potuto rientrare ad Agnone per godersi uno spettacolo che verrà replicato la sera della vigilia di Natale sempre dalle 18. 

redazione

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK