Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ottimizzazione SEO on page: le aziende vogliono essere tra i primi risultati di Google

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

La visibilità di un’azienda è molto importante. Oggi ogni impresa cerca di ottenere il massimo della visibilità del proprio brand, sfruttando tutti gli strumenti che ha a disposizione. Fra queste opportunità ci sono anche quelle offerte dal web. Per essere ben visibili su internet, è importante essere presenti nei primi risultati di ricerca organici di Google. Per raggiungere questo obiettivo, si deve lavorare bene sull’ottimizzazione SEO delle pagine web di cui si compone un sito. Possiamo dire in generale che abbiamo due tipi di ottimizzazione, quella on site e quella off page. Entrambe si configurano come essenziali. Cerchiamo di capirne di più, focalizzandoci sull’ottimizzazione SEO on site, descrivendo come funziona e perché è vantaggiosa.

Quali sono gli strumenti da usare

Come chiariscono anche gli esperti sull’argomento, come per esempio il sito Jfactor, ci sono degli strumenti importanti che ci permettono di controllare se l’ottimizzazione della pagina web sia stata fatta a dovere. Per l’ottimizzazione on page contano molto alcuni elementi fondamentali, come il meta title, la URL e la meta description.

L’ottimizzazione di un sito, se si usa Wordpress, può essere fatta in maniera ottimale utilizzando un plugin SEO che ci aiuta a rendere tutto molto più facile. Tra i plugin più utilizzati a questo scopo c’è Yoast SEO. Grazie a quest’ultimo è possibile generare una sitemap dei contenuti. In questa maniera avremo una sitemap da inoltrare a Google attraverso la Search Console.

Il motore di ricerca sarà soggetto ad una comunicazione tempestiva della struttura del nostro sito internet e tende ad indicizzare più velocemente i contenuti nuovi che pubblichiamo.

Le tecniche di Ottimizzazione SEO

Ma per arrivare ad essere fra i primi risultati che restituisce Google, quando un utente fa una ricerca sul motore, è bene saper usare in maniera ottimale le tecniche della SEO. Diventano fondamentali le parole chiave long tail.

Anche il loro uso fa parte dell’ottimizzazione on page. Per trovare le parole chiave che possono più fare al caso nostro in questo senso possiamo consultare lo stesso motore di ricerca messo a disposizione dal colosso di Mountain View. Non dobbiamo fare altro che digitare la parte iniziale della parola nella casella di ricerca e tenere conto dei suggerimenti che man mano ci vengono dati.

L’importanza dei link interni

Un’ottimizzazione on page di un sito non può trascurare i link interni. Molti si concentrano soltanto sulla link building, pensando che sia l’unico sistema per dare autorità al loro sito. La link building è sicuramente molto importante, ma allo stesso tempo è fondamentale che un sito internet abbia una buona struttura data proprio dalla disposizione dei link interni.

Anche questi ultimi si rivelano essenziali per garantire una buona ottimizzazione e per fare in modo che il proprio sito internet risulti tra i primi risultati di ricerca, per dare visibilità anche ad un determinato marchio che si vuole rappresentare.

Non a caso le aziende attualmente sono alla ricerca di esperti SEO, di esperti di ottimizzazione SEO dei siti internet, da impiegare fra le proprie risorse interne, per aumentare la diffusione del brand. Le opportunità in questo senso sono molte, basta saperle sfruttare nel modo più opportuno, per ottenere un sempre crescente numero di clienti.

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK