Anno 2000 noi " Ragazzi in aula", ITIS Agnone

| di Maria Carosella
| Categoria: Attualità
STAMPA

 Era il  28 Maggio del 2000 alla guida del governo italiano il presidente Giuliano Amato e alla presidenza della camera dei deputati Luciano Violante. Durante  questa legislatura cinque ragazzi dell'Istituto Tecnico Industriale di Agnone furono selezionati con altri 500 studenti del primo biennio delle scuole medie superiori di tutta Italia per partecipare alla manifestazione  "Ragazzi in Aula" e presentatarono, votarono, nel corso di una speciale seduta nell'Aula di Montecitorio, proposte di legge da loro stessi formulate e predisposte. I cique ragazzi protagonisti della formativa eperienza furono:Giuseppe Albanesi, Antonella Donatucci, Antonio Bocchetti, Costantino Cacciavillani, Paola Checca, accompagnati dalla allora prof di Diritto ed Economia Lucia Marinelli e dal preside Michele D' Ambrosio

Gli studenti lavorano a lungo in sinergia con i docenti per la formulazione della proposta di legge avente un attualissimo tema come filo conduttore, dal titolo"Riorganizzazione delle autonomie locali"  Lungimiranti gli studenti dell'Itis nella loro analisi e nella proposta di legge che formulava, ben 20 anni fa, ipotesi di riorganizzazione territoriale e degli enti locali per scongiurare il rischio dello spopolamento.

Arrivarono a Roma il giorno precedente la manifestazione, alloggiarono presso Il noto Hotel romano L'Egife e furono ospiti  in una cena che sapeva di gran Gala'.

La prof Lucia Marinelli racconta: "I ragazzi erano emozionatissimi il giorno della manifestazione  e intimoriti di trovarsi in un'aula che dal 1918 ad oggi  è stato luogo dell' avvicendarsi di fasi storiche e di rappresentanze politiche assai diverse e che racchiude idealmente le voci di tutte le figure più eminenti della nostra storia politica"

L'emozione pero' non impedì o fu un ostacolo alla relazione della loro proposta di legge, la conseguente votazione e l'intervento in aula per esprimere il voto a favore alla proposta di legge, tra le sei selezionate, in tema di sostegno delle ragazze minorenni, l'intervento a favore fu fatto da Antonella Donatucci.  La seduta fu aperta come da prassi dal presidente della camera Violante e molti  onorevoli erano seduti tra i ragazzi nei banchi di Montecitorio. Fu conferito loro un attestato finale.

 La scuola è prima di tutto studio, conoscenza, cultura, apprendimento dei saperi, ma è anche educazione, teatro di crescita civile e di cittadinanza;  L'Istituto Tecnico Industriale da molti anni assolve egregiamente  alla sua funzione istituzionale

 

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK