Elezioni qui centrodestra, Adinolfi a Radio Cusano Campus: no ai preservativi, non li darei a mio figlio nemmeno per andare a prostitute

In Abruzzo il popolo della famiglia di Adinolfi appoggia la coalizione di Marco Marsili. La compagine era alleata anche di Donato Toma in Molise

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Il Popolo della famiglia è una delle sei liste che alle elezioni abruzzesi appoggia la candidatura di Marco Marsilio di centrodestra. E non solo. E' lo stesso partito che ha partecipato alle elezioni regionali molisane la scorsa primavera, proponendo di donare uno stipendio alle donne che avessero scelto di rimanere a casa a badare alla famiglia e agli anziani. Il suo leader nazionale, Mario Adinolfi, ne ha detta un'altra delle sue e lo ha fatto durante una intervista a Radio Cusano Campus che ha spaziato su vari argomenti. Ma quello che resta più impresso è relativo alla cultura repressiva in ambito sessuale. Ha detto praticamente no ai preservativi. Unica strada per evitare l'Aids? Non andare con chiunque. 

Noi siamo contrari - ha dichiarato Adinolfi - La prevenzione si fa attraverso la sessualità responsabile, io non corro rischi di contrarre la malattia perché conosco la persona con cui faccio l’amore, quella persona ha lo stesso tipo di rispetto nei miei confronti. Se viene mio figlio di 18 anni a chiedermi di fare il giro delle prostitute, io non è che gli do il preservativo, gli do uno schiaffo e gli spiego che deve imparare a rispettare le donne. Anche per i rapporti occasionali è lo stesso, chi è più continente non corre rischi. Dire: vai con chi ti pare ma usa il preservativo è una risposta al problema che a me sembra debole”.

Per leggere l'intervista cliccare qui

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK