Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Sindacati in piazza con gli imprenditori

Il Governo apra un confronto serio o sarà lotta

| di Enzo Carmine Delli Quadri
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Le organizzazioni sindacali confederali si sono date appuntamento oggi a Roma in una grande manifestazione per sostenere proposte unitarie su crescita e  sviluppo e per riaffermare come la manovra del governo sia miope e recessiva perché non affronta i nodi di fondo e non interviene sulle cause che hanno determinato la crisi. Hanno partecipato in 200.000.

Con la discesa in campo dei sindacati viene svelato il bluff  del Governo del Cambiamento e, in particolare, dei 5 Stelle che vogliono far intendere come le azioni da loro promosse in Manovra finanziaria 2019 siano rivolte a salvaguardare i più deboli. La verità è più complessa di quel che si vorrebbe che appaia: l’assistenza è cosa benedetta, giusta e da perseguire nella logica della solidarietà e giustizia sociale, ma va gestita e programmata al meglio se non si vuole che si ritorca proprio contro la povera gente, illusa e depredata della sua dignità.

I sindacati si sono presentati uniti con i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo e, con loro, per prima volta nella storia italiana, che io ricordi, sono presti anche i rappresentanti degli imprenditori.

Maurizio Landini si è rivolto al governo: "Se hanno un briciolo di intelligenza ascoltino questa piazza e aprano il confronto. Noi siamo il cambiamento.". A proposito del reddito di cittadinanza Landini ha quindi sottolineato: "Dicono che assumeranno 6mila navigator con un contratto a termine per collocare altri precari. È un capolavoro di intelligenza"….. “noi non ci fermeremo e andremo avanti finché non porteremo a casa quello che abbiamo chiesto" ha detto in conclusione.

Annamaria Furlan, a sua volta: "Governo esca dalla realtà virtuale. A piazza san Giovanni alla manifestazione di Cgil, Cisl e Uil c'è l'Italia reale, lavoratori in carne ed ossa, persone che hanno fatto crescere e mandano avanti concretamente questo paese passo dopo passo"…. “Niente a che vedere con gli slogan lanciati con i tweet e le dirette Facebook- ha proseguito - e ai professionisti della realtà virtuale diciamo: uscite dalla finzione, guardate queste bandiere".…"Dopo tanti anni di una crisi tremenda, avevamo iniziato a rialzare la testa e ad avere una speranza nel futuro. Oggi invece si parla di recessione tecnica, cala la produzione industriale. Solo lo spread sale, abbattendo salari e pensioni, alzando i mutui italiani"

Carmelo Barbagallo: "Governo del cambiamento in peggio"…. "Non siamo opposizione politica, siamo il sindacato con una piattaforma. Chiediamo che si siedano al tavolo di trattativa, i tavoli si devono fare" ….. "Il governo non può essere autoreferenziale perché l'economia sta andando male e un governo del cambiamento non può cambiare il paese in peggio”.-  

Tra i manifestanti anche una folta delegazione di imprenditori, fra cui quelli di Confindustria Romagna spinti alla protesta dopo la decisione del governo di bloccare le trivellazioni nel Mar Adriatico..

 

Enzo Carmine Delli Quadri

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK