Giuseppina Occhionero: “La modifica al Codice penale, in materia di legittima difesa è un nuovo scempio alla Costituzione commesso dal governo Lega-Cinquestelle”

| Categoria: Attualità
STAMPA

Lo ha dichiarato la parlamentare di Liberi e Uguali, Giuseppina Occhionero, nel corso del dibattito alla Camera di oggi. La deputata molisana ha spiegato che la legittima difesa risponde a due elementi fondamentali: essere un atto necessario per difendere sé stessi, e rispondere al criterio della proporzionalità.
“Le modifiche che contiene la norma così come concepita dalla maggioranza Lega-Cinquestelle – ha osservato l'onorevole Occhionero – scardinano un principio della nostra civiltà giuridica e introducono un aspetto pericoloso: quello della presunzione preventiva della proporzionalità. Ma quello che più preoccupa – ha aggiunto la deputata di Leu – è che l'uso della forza, secondo la Costituzione, è una prerogativa dello Stato che la esercita nei limiti della legge. Invece voi – ha rimarcato la parlamentare di Campomarino – volete consentire ai cittadini di difendersi da soli, garantendogli come contropartita l'impunità. Questa è la sconfitta dello Stato davanti ai propri cittadini”.
L'onorevole Occhionero richiamando i principi portanti della Carta Costituzionale ha annunciato il voto contrario del gruppo di Liberi e Uguali: “Come con il decreto sicurezza – ha concluso la deputata – il Ministro del 'disordine e della paura' Matteo Salvini, per pochi applausi e qualche passaggio in tv svende la Costituzione e rende ogni giorno che passa il clima in Italia carico di tensione e di paura”. 
 

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK