Caso diciotti, 41 migranti chiedono il risarcimento danni a Conte e Salvini

Il ministro: "Mi faccio una grassa risata"

| Categoria: Attualità
STAMPA

Un ricorso d’urgenza al tribunale civile di Roma per chiedere un risarcimento danni per essere stati privati della libertà personale a bordo della nave Diciotti nel porto di Catania. 

Lo hanno presentato 41 profughi eritrei che erano a bordo della nave della Guardia costiera italiana che nell’agosto scorso e’ stata bloccata dal ministro Salvini per dieci giorni prima di consentire la discesa a terra dei 190 immigrati salvati. "Permettetemi di rispondere con una grassa risata, tutti nati il primo gennaio, tutti scomparsi, non prendessero in giro gli italiani, la pacchia è finita, i barconi non arrivano più, al massimo gli mandiamo un Bacio Perugina", la replica del ministro dell'Interno".

Per continuare a leggere cliccare qui

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK