Amministrative Campobasso, ecco il totoliste della festa di San Giorgio

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

A Campobasso si festeggia oggi il patrono San Giorgio. Ma mentre gli uffici pubblici sono chiusi per festa, non lo sono quelli politici che sono più che mai a lavoro per stilare le liste elettorali per le amministrative del 26 maggio. Chi ha terminato di fare i nomi, che saranno noti tra 26 e 27 aprile alla presentazione ufficiale sono i candidati del Movimento Cinque Stelle a sostegno della candidatura di Roberto Gravina. Si tratta di 19 uomini e 13 donne che sosterranno la lista unica che corre per la conquista di Palazzo San Giorgio contro le armate di centrodestra e centrosinistra. 

Lista unica anche per Italia in Comune a sostegno della candidatura di Pino Libertucci, il coordinatore cittadino del partito dei sindaci voluto da Pizzarotti e Pascucci, che a Campobasso non è riuscito a trovare l'alleanza giusta per entrare in una coalizione. Paola Liberanome di "Io amo Campobasso" starebbe a lavoro per preparare più liste a sostegno di una sua candidatura. Si parla di almeno due formazioni che potrebbero sostenere questo gruppo di civici pronti a tentare quantomeno di arrivare a un ballottaggio o come sfidanti o come apparentati. 

Incerto invece il numero di liste pronte a sostenere centrodestra e centrosinistra. La novità di questa tornata elettorale è la difficoltà di trovare persone disposte a spendere il proprio nome per una candidatura. Difficile trovare persone che giocano a perdere: ossia che si candidano per raccogliere una manciata di voti che vanno a sostegno dei soliti noti, che puntano a rientrare nell'amministrazione di Palazzo San Giorgio. E quindi sia a centrodestra che a centrosinistra i movimenti a sostegno di Maria Domenica D'Alessandro e Antonio Battista potrebbero presentare liste in comunione. Ossia civiche in cui sono presenti più partiti. 

Nel caso del centrodestra è sicura la presentazione delle liste di Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia che concorreranno tutte con il proprio simbolo. Stessa cosa potrebbe avvenire per l'Udc di Salvatore Micone. Pronti per presentare la lista anche i Popolari per l'Italia di Vincenzo Niro. Non c'è la stessa sicurezza per Orgoglio Molise di Vincenzo Cotugno che potrebbe federarsi con Niro per la presentazione di una sola lista. Dopo il ritiro di Prima il Molise, Campobasso al centro e Campobasso Futuro si suppone che la lista civica a sostegno potrebbe essere addirittura una sola. 

Stesso discorso in casa centrosinistra, dove le liste di partito potrebbero essere addirittura solo due: quella del Partito Democratico e quella di Leu. Gli unici due simboli con la forza di presentare candidature per chiudere una formazione in grado di sostenere la candidatura del primo cittadino. La terza lista potrebbe essere la sintesi di Idv, Partito Socialista e della Federazione dei Comunisti. Che solo tutti insieme sarebbero in grado di fornire altre trenta persone a sostegno della candidatura del sindaco uscente. In rampa di lancio anche una quarta lista a trazione civica. 

Insomma l'esercito dei candidati potrebbe andarsi ad assottigliare rispetto alle scorse amministrative. Mancano posti di lavoro da promettere e sogni da distribuire in una città colpita duramente dalla crisi economica e dalla crisi di valori a livello politico. 

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK