Insolvenza fraudolenta ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni: un arresto e una denuncia

| Categoria: Attualità
STAMPA

 

I Carabinieri della Compagnia di Isernia hanno tratto in arresto un pregiudicato in esecuzione del provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria di Isernia, perché responsabile di insolvenza fraudolenta. L’arrestato, assolte le formalità di rito, veniva associato presso la casa circondariale di Isernia dove dovrà scontare una pena di cinque mesi.Sempre i Carabinieri della Compagnia di Isernia hanno deferito alla locale A.G. un disoccupato, extracomunitario, il quale a seguito di una controversia insorta con una pensionata, vicina di casa, recideva il cavo della linea telefonica della donna in quanto, a suo dire, installato nella sua proprietà dai tecnici del gestore dell’utenza senza il suo preventivo benestare. Il soggetto èstato denunciato alla Magistratura per esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza sulle cose.

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK