Assorbenti e Iva al 22%. D'Uva ( 5 stelle) a la 7: torniamo al lavabile.

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Due uomini che parlano di problemi di donne: gli assorbenti da detassare. Nonostante un emendamento del Pd e appoggiato anche dalla ex presidente della Camera Laura Boldrini, che volevano detassare il materiale igienico per il ciclo al pari di quello per i bambini, la Lega e il Movimento Cinque Stelle hanno detto no. Lasciando al 22% di Iva le tasse su assorbenti usa e getta, coppette mestruali e anche per gli assorbenti lavabili.

Ma nello studio di Omnibus su La 7 il grillino Francesco D’Uva, capogruppo alla Camera ha mostrato la non conoscenza totale della norma di cui parlava. Insieme a lui ospite di Gaia Tortora c’era l’ex pm di mani pulite, il molisano Antonio Di Pietro.

Quest’ultimo ha mostrato fastidio verso l’argomento dicendo: “Cambierei tema, dai”. Ma il malcelato sentimento dell’ex leader dell’Idv poteva anche essere rivolto a come D’Uva ha trattato il tema.

Perché non abbiamo abbassato l’Iva sugli assorbenti? Non c’era la copertura finanziaria in quel provvedimento. E, in più, noi siamo anche per l’ambiente, non siamo a favore degli assorbenti usa e getta. Ci sono delle possibilità non inquinanti, come le coppette mestruali e i pannolini lavabili. Cose che si pagano, come gli assorbenti usa e getta, con un’Iva al 22%.

Le dichiarazioni del parlamentare pentastellato hanno scatenato una ridda di polemiche sui social, ma anche il dissenso della conduttrice della trasmissione, Gaia Tortora che invece obietta: “No, vabbè, ma ci fate tornare ai pannolini lavabili? Grazie“.
“Poi non ci lamentiamo che l’inquinamento aumenta”, risponde, piccato, D’Uva.

Redazione

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK