Il pericolo numero 1? Luciana Litizzetto

Il popolo leghista scarica tutte le sue frustrazioni contro Luciana Litizzetto

| di Enzo Carmine Delli Quadri
| Categoria: Attualità
STAMPA

Ieri, quella che Fabio Fazio chiama la nostra Lucianina (Luciana Litizzetto) ha postato sulla sua bacheca alcune considerazioni in merito a quello che sta succedendo nel nostro Mar Mediterraneo con le navi delle ONG (Organizzazioni Non Governative) e il loro comportamento in merito a persone che affrontano la morte pur di abbandonare paesi in cui la morte, almeno quella civile, è assicurata.
Mal gliene incolse perché il “buon padre di famiglia", Matteo Salvini, che contrariamente ad ogni regola deontologica si fa fotografare con la figlioletta in braccio, ha preso la palla al balzo per scrivere su Facebook una frase dall’aspetto innocente quanto invece infida e pericolosa: “Secondo voi quanti ne ospiterà a casa sua?". Infatti, è bastato un attimo e sulla Litizzetto si è scatenato un pestaggio mediatico senza pari, una vera e propria canéa autorizzata da quella domanda. Una domanda peraltro del tutto falsa e stupida perché Littizzetto, oltre che madre affidataria di due ragazzi macedoni, è benefattrice di case famiglie, associazioni di cura e collabora con la Caritas per sostenere una madre sola con figli a carico. 
Un ministro degli Interni, da noi pagato per assicurare la sicurezza a tutti i cittadini, siano essi di destra o di sinistra, siano essi innocenti o criminali, siano essi stupidi o innocenti, siano essi amici o nemici di Salvini,  non può e non deve comportarsi in quel modo. Non può e non deve. Salvini può Legittimamente esprimere le sue idee, fare congetture, elaborare pensieri anche i più astrusi, ma non può ricoprire la carica di Ministro degli Interni, pagato da tutti noi.

Enzo Carmine Delli Quadri

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK