San Giuliano di Puglia 17 anni dopo: si rinnova la memoria di una intera generazione cancellata

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Sono trascorsi 17 anni dalla tragedia di San Giuliano di Puglia ma la memoria di chi la ha vissuta resta salda nelle menti e nei cuori. Per questo motivo anche quest'anno, nel giorno della memoria fissato per il 31 ottobre, ci sarà la commemorazione dei 27 bambini e della maestra che morirono sotto le macerie della vecchia scuola Jovine. Oggi i più piccoli, i nove angeli del 1996 classe scomparsa a San Giuliano, avrebbero 23 anni e i più grandi 27. Una intera generazione cancellata dal malcostruire come sentenzia la Corte di Cassazione. 

 I rintocchi delle campane nel cimitero di San Giuliano di Puglia apriranno il "Giorno della Memoria". La cerimonia si aprirà alle 11.32 nel luogo sacro del paese dove si riuniranno le famiglie ed i genitori dei 27 bambini deceduti sotto le macerie della elementare insieme ai parenti della maestra morta insieme ai piccoli alunni.
La cerimonia proseguirà nel Parco della Memoria dove sarà deposta una corona di alloro. Nel pomeriggio la comunità si ritroverà in chiesa per la veglia di preghiera e la sera la fiaccolata illuderà i luoghi della memoria. Partenza dalla zona dove si trovava la Jovine passando per il palazzetto dello sport e concludere il percorso nel cimitero. Saranno presenti i sindaci dell'area del Cratere sismico del 2002.
   

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK