Agnonese e sputometro, un gruppo di ultras attacca vergognosamente la nostra testata: i fedayn si dissociano dall'accaduto e la società non si esprime

| di Maria Carosella
| Categoria: Attualità
STAMPA

Qualcuno ha la coda di paglia. Questa mattina sulla bacheca del gruppo Fedayn 1994 Agnone leggiamo: respingiamo al mittente le accuse che vogliono farci passare per maleducati" e proseguono " Non sarà certo un articolo a farci cambiare idea e modo di agire" postando il link di un articolo della nostra testata scritto da un ex calciatore agnonese, Lucio Gualtieri che esprime, con l' equilibrio che lo contraddistingue in tutti i commenti sportivi, la sua dura condanna ai fatti avvenuti allo stadio Civitelle di Agnone il 6 novembre durante il derby con il Campobasso.

Dopo il derby la giustizia sportiva ha multato pesantemente la società agnonese di "1500 euro per aver nel corso del secondo tempo i propri sostenitori  intonato cori gravemente  offensivi  e minacciosi, nonchè lanciato sputi all'indirizzo di un A.A( Assistente arbitrale) al braccio sinistro , sui pantaloni e sulla spalla destra" descrizione chirurgica dell'accaduto da parte dei  giudici sportivi  che fornisce lo spunto al giornalista de il fatto quotidiano di ironizzare, in una rubrica irriverente, Domeniche bestiali, , dove  condanna il gesto ma misura la quantita' degli sputi con uno speciale "sputometro"

 Ironie a parte i fatti accaduti sono deplorevoli e bene ha fatto Lucio Gualtieri a rimarcarne la gravità, probabilmente la sua sensibilità viene da un altro mondo del calcio, quello di tanti anni fa, fatto di rispetto per gli altri e dove alcuni gesti e violenze alle quali assistiamo oggi in tutti gli stadi di tutte le categorie, non esistevano. 

La cosa che invece stupisce e' che si attacca un giornale che denuncia certi fatti inammissibili e lo fa un gruppo di Ultras, che nessuno ha accusato, invece dopo questi fatti ci si aspettava che fosse la società, la Polisportiva Olympia Agnonese a tracciare, con un comunicato, la distanza tra chi compie certi gesti  e la società stessa. Ad oggi a distanza di 6 giorni dai fatti ancora si aspetta da parte della società un segnale di condanna per i fatti accaduti. I fedayn 1994 Agnone, si dissociano dai fatti, ed e' il minimo che potevano fare.

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK