Cercemaggiore, al Tar passano le pari opportunità: il sindaco costretto a nominare due assessore

Soddisfazione della consigliera di parità Giuseppina Cennamo che aveva proposto il ricorso

| di Vp
| Categoria: Attualità
STAMPA

Se la questione della Giunta Regionale è ancora appesa a un filo, le donne sono riuscite a conquistare quella comunale di Cercemaggiore. 

 

Lo annuncia con un post su Facebook la consigliera di parità Giuseppina Cennamo: "Nella mia qualità di Consigliera Regionale di Parità ho proposto ricorso al TAR, col patrocinio legale dell'Avvocatura dello Stato, avverso la nomina, da parte del Sindaco di Cercemaggiore, di 4 assessori tutti di sesso maschile, per violazione della L. Delrio. Subito dopo il ricorso, il Sindaco ha sostituito 2 dei quattro assessori, con 2 donne". 

 

Certo qui la legge obbliga alla paritá di genere quindi la partita è stata più semplice di quella che attende la Regione.  Che non la ha voluta nemmeno per il 2023. 

 

"Esprimo soddisfazione - ha concluso Cennamo- per l'esito favorevole, con l'auspicio che in tutte le amministrazioni pubbliche si dia attuazione alle norme sulle pari opportunità". 

Vp

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK