Manifestazione sanità e lavoro: Di Paolo ( Soa) dice no anche alla centrale di Agnone.

Insieme ad Emilio Izzo ottiene di parlare con il Governatore Toma. Ottenuto anche un incontro con la commissaria Asrem

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

La caparbietà di Emilio Izzo e la tenacia di Andrea Di Paolo del Soa. Sono bastate per riunire i comitati in lotta per la sanità pubblica in Molise, da senologia di Isernia al punto nascite di Termoli e ottenere il colloquio con il presidente della Regione Donato Toma. 

Che è ora impegnato nel ricevere i due rappresentanti dei vari comitati. C' era anche Cinzia Ferrante, mamma di Termoli impegnata per il bassomolise. Insieme a lei anche la rappresentante del Vietri di Larino. 
Al centro della scena la bozza del Pos che verrà discussa dopodomani a Roma. 
I comitati hanno ottenuto anche la convocazione di una riunione con la commissaria dell' Asrem Annamaria Scarfato alla quale vogliono chiedere l' annullamento dei provvedimenti firmati da Lucchetti e Forciniti. 
Ma c'è di più. Andrea Di Paolo del Soa nel suo appassionato intervento si è espresso anche contro la centrale a biogas che il sindaco Lorenzo Marcovecchio intende mettere ad Agnone. Un territorio che se vuole fare turismo deve puntare su cose alternative a un progetto che impegna solo gli amici degli amici. 
E sul problema lavoro è intervenuto anche Giovanni Muccio meglio conosciuto come Guerriero Sannita. 
Una terra senza lavoro è destinata a morire, come una senza sanità. Chi lavora potrebbe scegliere di curarsi altrove ma se i giovani sono costretti a scappare via non esiste più nulla.

Sulla pagina Facebook di altomolise.net la diretta integrale della manifestazione. 

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK