Caso Viktorine Bucci, indagato il compagno: si tratta di atto formale

Le ipotesi restano due: omicidio o suicidio. Francesco Introna è il perito incaricato dell' autopsia

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
Nuove tappe per la vicenda di Viktorine Bucci, la 42enne scomparsa a Termoli nella notte tra il 17 e il 18 dicembre 2019. 
 
Nella mattinata di oggi la procura di Larino ha conferito l' incarico di effettuare l' autopsia sul corpo rinvenuto nella Panda Rossa a Francesco Introna. Che effettuerà le analisi nell' istituto di medicina legale di Bari. 
 
Ma la notizia più rilevante, anche se di natura tecnica è arrivata in serata. E consiste nell' iscrizione nel registro degli indagati del compagno. Il 56 enne di  Termoli con il quale aveva litigato prima di sparire e ultimo ad aver visto la donna viva. La sua iscrizione non è relativa al reato di omicidio ma tecnicamente necessaria anche ai fini degli accertamenti irripetibili i cui incarichi sono stati conferiti oggi dalla Procuratrice Ginefra e dal Pm Di Meo. 
 
Per ora sulla vicenda nulla appare ancora chiaro. Le due ipotesi restano quelle o di suicidio o di omicidio.

Redazione

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK