Siero nel depuratore: denunciato imprenditore caseario di Agnone

Indagini condotte dal Comando stazione forestale

| Categoria: Attualità
STAMPA

Gli agenti del Comando stazione forestale di Agnone hanno riscontrato che nel depuratore comunale delle acque reflue giungevano, in quantità non trascurabili, prodotti di scarto di lavorazioni lattiero-casearie. Questi, infatti, hanno colorazione ed odore sgradevole molto caratteristici. Le analisi dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente hanno confermato i sospetti. Le indagini sono state avviate immediatamente ed è già stato individuato il responsabile: si tratta di un imprenditore caseario che gestisce un’attività nella zona artigianale “Giovanni Paolo II” di Agnone. Il sopralluogo effettuato dalla Forestale ha messo in luce che il siero del latte veniva riposto in una cisterna per poi essere illecitamente smaltito con molta facilità versandolo in un tubo presente in un locale dello stabilimento. L’uso di traccianti colorati ha consentito di verificare come il medesimo fosse collegato alla rete fognaria. Il locale è stato posto sotto sequestro penale e l’uomo è stato deferito all’Autorità giudiziaria per smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi. Il serio del latte è una sostanza organica che se versato nelle acque ne altera negativamente le proprietà chimiche, fisiche e biologiche. Stando ad un rapporto della FAO, tra l’altro, il settore lattiero-caseario ha prodotto negli ultimi anni il 4% dell’inquinamento globale causato dall’uomo.

 

l Caseificio Di Pasquo s.r.l. non è impresa coinvolta nei fatti di cui è data notizia

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK