Ok dal comitato Via per lo smantellamento di 106 pale nell'Alto Vastese

L'operazione di 'repowering' prevede la riduzione di 77 unità

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Il comitato Via avrebbe dato parere positivo al progetto della Edison Energie Speciali (Edens) del repowering del parco eolico Alto Vastese; l'indiscrezione arriva dal primo cittadino di Schiavi, Luciano Piluso, di ritorno dall'incontro. Il sito ricade nei territori Castiglione Messer Marino, Schiavi d’Abruzzo, Roccaspinalveti, Fraine, Roio del Sangro, Montazzoli e Monteferrante per un totale di 188 aerogeneratori.

Di Lizia, appresa la notizia, non nasconde la soddisfazione: «È un fatto certamente positivo, a Castiglione si passerà da 68 a 15 pale eoliche, ripristinando in alcuni luoghi il paesaggio di 12 anni fa, in particolare su colle San Silvestro dove ne resteranno solo 3. È vero, saranno aereogeneratori più alti, ma meno numerosi e rumorosi perché la velocità del rotore è minore».

La Edison con il progetto presentato circa un anno fa (leggi) ha intenzione di smantellare 106 pale eoliche distribuite nei comuni di Roccaspinalveti, Castiglione Messer Marino e Schiavi d'Abruzzo e sostituirne alcune con modelli più grandi in grado di produrre maggiore energia. I singoli generatori presenti oggi producono una potenza variabile tra i 600 e i 660 kw per un totale dell'intero parco di 114,24 Mw. I nuovi modelli, i V112 della Vestas, produrrebbero 3,30 Mw ciascuno per un totale di 144,90 Mw. Hanno un diametro del rotore di 112 metri e altezza al mozzo tra gli 80 e i 95 metri.

Per i dati numerici relativi ai singoli comuni trovate qui tutto il necessario.

redazione

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK