Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Alcuni piatti tipici abruzzesi e molisani utilizzati anche nel periodo quaresimale

Tanto pesce e prodotti orticoli

| di Michele Marchese
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Per i fedeli cattolici il periodo di Quaresima, ossia il periodo dei quaranta giorni antecedenti la Pasqua, è periodo di rinnovamento. Sono molti i riti e gli eventi connessi con la Quaresima, a cominciare dal mercoledì delle Ceneri fino al Triduo pasquale.
Nei venerdì quaresimali c’è l’astinenza dal mangiare carne, ecco perché si usa consumare pesce e prodotti orticoli, come, ad esempio,  cereali, legumi, verdure.
La tradizione culinaria abruzzese e molisana per quanto riguarda piatti a base di pesce e di prodotti orticoli è vasta, e molti di questi piatti, ovviamente utilizzati nell’arco di tutto l’anno, vengono impiegati anche in questo periodo. Alcuni di questi sono: brodetto alla vastese, brodetto alla termolese, baccalà e patane (baccalà con le patate), pancotto molisano, pezzetelle molisane, cipollata, baccalà con il peperone secco, i maccarune ch’i secce (pasta con le seppie), ‘a frettate ch’i lecette (la frittata di alici), i treje a la ‘ngorda (le triglie all’ingorda), ‘a pizza grandinie (la pizza di granturco), zuppa di legumi e cicoria, baccalà ch’i verze (baccalà con le verze).
Buon appetito!

Michele Marchese

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK