Uffici Postali: comincia oggi il piano di razionalizzazione

Nove i comuni interessati dalle aperture a giorni alterni

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Torrebruna, Schiavi d’Abruzzo, Carpineto Sinello, Carunchio, Celenza sul Trigno, Lentella, Liscia, Palmoli e Roccaspinalveti; questi i comuni interessati dal piano di tagli agli uffici postali attivi nella zona dell'Alto vastese. Il piano, già annunciato da Poste Italiane diversi mesi fa, comporta l'apertura a giorni alterni (martedì, giovedì e sabato) per gli uffici ubicati nei comuni appena citati.

Tale decisione è stata raggiunta tenendo anche conto della distanza, in chilometri, che intercorre tra i cittadini residenti nei comuni limitrofi e quelli ospitanti i diversi uffici postali. Il timore resta, ora, quello di veder progressivamente perdersi i servizi forniti da Poste Italiane in queste zone, già altamente provate dalle pessime condizioni delle strade che a volte impediscono un trasporto confortevole tra un comune e l'altro.

Ultima questione quella dell'età media dei cittadini interessati dai tagli. Infatti la presenza di Over 70 supera, in quasi tutti i comuni, il 20% della popolazione toccando punte massime del 31% a Torrebruna e del 51% a Schiavi d'Abruzzo (Fonte zonalocale.it)

 

 

redazione

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK