Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Agnone: I panettoni di nonna Lina

I dolci pasquali

| di Maria Carosella
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Pasqua oramai è vicina. Ci prepariamo ad accogliere questa importante festivita in tutta la sua sacralità, rispettando riti e tradizioni sacri e anche profani.  Ogni festivita' porta con sé un bagaglio di usi e costumi che caratterizzano e rendono  quella festa assolutamente unica. La Pasqua da un punto di vista culinario si caratterizza con dolci e salati a base di uova fresche , in questo periodo abbondanti, formaggi freschi e prodotti della nostra terra.

C'e' una forte tendenza a ritornare ai prodotti culinari di un tempo,  e utilizzare ingredienti e ricette di una volta, prodotti poveri, come era la nostra terra, poco elaborati ma genuini. Uno dei tipici dolci pasquali di Agnone sono i ccruazz (panettoni) e tra le tante ricette abbiamo scelto quella della signora Angiola Di Mattia, nonna Lina, che utilizza la stessa ricetta di una volta.

La preparazione dei panettoni è  lunga e laboriosa per i tempi legati alla lievitazione. La signora Lina controlla passo passo la riuscita e il buon esito della lievitazione. La messa in posa dell'impasto si fa la sera, ma negli stampi, una volta si utilizzavano  i contenitori delle acciughe, si effettua, a lievitazione quasi completa, nelle prime ore della mattina. Se la lievitazione non ha buon esito i panettoni  risultano duri e pesanti  come il piombo , difatti in dialetto agnonese si utilizza un termine  "so nghiemmuat! " Il direttore Antonio Cilli e tutta la redazione di Altomolise.net augurano alla signora Lina e tutta la sua famiglia una Buona Pasqua.

Ricetta : per 4 panettoni - 20 uova; 1 kg di zucchero; 2 bicchieri di olio; 700 gr di lievito madre; Farina q.b; Uvetta e canditi a piacere

Preparazione: mettere la farina in  un contenitore, aggiungere tutti gli ingredienti, amalgamare bene fino ad ottenere un impasto omogeneo. Mettere a lievitare. La lievitazione e' importante ,bisogna rispettare i tempi molto lunghi e va controllata spesso, se necessario anche di notte, fino a lievitazione  quasi  ultimata. Dividere a pezzi l'impasto e posizionare negli appositi stampi e lasciarli  in dimora  affinche' la lievitazione continui. Saranno pronti quando la pasta  sara' lievitata fino a raggiungere i bordi dei contenitori. Infornare e cuocere per circa un'ora a 180 gradi.

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK