«I depuratori di Agnone sono 4 e funzionano tutti»

Secca smentita dei tecnici del Comune di Agnone al falso allarme lanciato dal FEE Abruzzo

| di Riceviamo e pubblichiamo
| Categoria: Comunicati Stampa
STAMPA
Agnone

Una secca smentita ad un falso allarme diramato con troppa leggerezza e ripreso con altrettanta superficialità da certi organi di informazione. L’Ufficio Tecnico del Comune di Agnone interviene sul comunicato diramato dall’associazione Ambiente, sport e Cultura FEE Abruzzo nel quale si legge, tra l’altro: «Agnone: è stato accertato che il depuratore non è funzionante, si presume che le sue acque scarichino direttamente nel Trigno». Il Comunicato continua asserendo come dai volontari ambientalisti sia stato trovato un canale di scolo con liquami in cui era presente schiuma «proveniente presumibilmente dal su citato depuratore non funzionante».

A queste affermazioni i tecnici del  Comune di Agnone replicano con la seguente nota.

«Informiamo i responsabili volontari della FEE Abruzzo che i depuratori di Agnone sono ben 4 e funzionano tutti a regime. Pur non sapendo a quale di essi si riferisca la notizia lanciata dalla Associazione ambientalista, possiamo affermare con la stessa certezza che nessun depuratore di Agnone conferisce le sue acque, men che meno nere, "direttamente nel Trigno"».

Entrambe le notizie, dunque, secondo gli uffici comunali preposti, sono prive di fondamento. Del resto subito dopo l’affermazione perentoria («Il depuratore di Agnone non è funzionante») la stessa FEE usa la formula dubitativa sul canale imputato «presumibilmente» proveniente dal depuratore «non funzionante».

Per affermare che un depuratore funzioni o meno, si fa rilevare in Comune, occorrono ben altre visite, analisi e prove tecniche, mentre appare quanto meno superficiale che notizie aleatorie - ma con affermazioni gravi come queste - guadagnino tanto facilmente i titoli di testate sia pure web ma comunque giornalistiche. Gravi perché se un depuratore non funzionasse, scaricando acque nere direttamente in un fiume, per il Sindaco del Comune protagonista le conseguenze riguardano il Codice Penale.

«Siamo a disposizione dei cittadini, dei Volontari della FEE Abruzzo e degli organi di informazione – continua la nota scritta dell’Ufficio tecnico comunale – per fornire ogni tipo di notizia e dettaglio utile al funzionamento degli impianti di depurazione che servono Agnone, per informare l’opinione pubblica nella maniera più corretta e completa. A tale proposito diamo notizia che a causa di uno smottamento del terreno in località Fossato, da qualche giorno il collettore finale di una fognatura ha perso la sua pendenza, cosa che ha provocato la scolmatura delle sue acque nel vallone omonimo. Questi uffici hanno già provveduto ad iniziare, due giorni fa, le operazioni di riparazione comunicandolo come da norma all’Arpa Molise».

Riceviamo e pubblichiamo

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK