Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Le riflessioni di Maurizio Cacciavillani sull'anno appena trascorso

| di Maurizio Cacciavillani
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Evitando di tracciare bilanci o quant’altro vorrei ricordare il 2014 pensando ad alcuni momenti importanti  che hanno dato lustro alla nostra cittadina restituendole finalmente quel ruolo di centralità politico – amministrativo ormai perso da fin troppo tempo.

Penso al Protocollo di Intesa siglato dai comuni di Agnone, Frosolone e Trivento con l’obiettivo di superare gli ambiti territoriali delle ex Comunità Montane diventati troppo ristretti per poter garantire i servizi essenziali quali la sanità, l’istruzione ed i trasporti, e contemporaneamente di aggregare un’area di maggiori dimensioni con un massa critica sufficiente e indispensabile per poter parlare finalmente di un serio processo di programmazione territoriale.  Il nuovo ambito individuato, sulla base del Protocollo di Intesa,  fa riferimento al territorio della  Diocesi di Trivento (Alto - Medio Sannio). Questo nuovo ambito  è stato anche candidato come Area Progetto per quanto riguarda la “Strategia Nazionale per le Aree Interne” relativa alla Programmazione dei Fondi Europei 2014-2020.
Il 18 giugno 2014 un’ampia delegazione interministeriale è giunta ad Agnone proprio  per attivare l’iter di selezione del “Progetto Prototipo” nell’ambito della citata “Strategia Nazionale per le Aree Interne”. Durante un incontro memorabile alla presenza di sindaci ed amministratori, attività produttive, istituzioni scolastiche, clero  e associazioni il nostro territorio è riuscito a dare il meglio di sé.  Il risultato è stato eccellente, la delegazione interministeriale è rimasta impressionata dalla vivacità dell’Alto Medio –Sannio  soprattutto per quanto riguarda il tema dell’imprenditoria femminile e giovanile (nell’artigianato e in agricoltura) come elemento di innovazione e capacità.

Un altro momento che sicuramente ha meritato la P maiuscola di programmazione è quello che ha consentito ad Agnone di diventare comune pilota nell’ambito del progetto internazionale “Alterenergy” sull'uso efficiente dell’energia. Nella sala della Giunta Regionale, alla presenza del Presidente Frattura, il 12 dicembre scorso sono stati presentati i risultati del citato progetto che tra le altre cose prevede la riqualificazione di Palazzo Santa Chiara da destinare a struttura ricettivo-culturale con applicazione di criteri di efficienza energetica orientati al marchio Ecolabel.  Agnone eccellenza nel capo energetico che conquista le prime pagine di tutti i TG e dei maggiori quotidiani locali. Un tale risultato è stato possibile anche perché il Comune di Agnone già nel maggio del 2013 si era dotato del Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) approvato poi dal Centro di Ricerca della Commissione Europea  il 10 settembre scorso. Il PAES è uno strumento fondamentale per poter accedere ai finanziamenti europei nel campo energetico.

E poi c’è l’intero capitolo dell’Expo 2015 di Milano a dimostrare la lungimiranza dell’azione amministrativa del Comune di Agnone. Fin da subito abbiamo capito la portata e l'unicità dell'evento in termini di ricadute sul territorio, ed è per questo  che già nel mese di aprile sono stati pianificati una serie di incontri con le attività produttive e le associazioni locali per individuare un percorso condiviso. Proprio durante un convegno pubblico organizzato a tema ad Agnone alla presenza dell’On. Franco Narducci, esponente di spicco dell’associazionismo degli italiani nel Mondo, persona capace e preparata, è maturata in noi la convinzione di partecipare all’Expo attraverso l’organizzazione di un evento fuori salone, vale a dire quelli che si terranno al di fuori dell’area perimetrale dell’Esposizione Universale. Intanto nasceva il primo gruppo di lavoro che nel breve periodo doveva predisporre un format in linea con il concept dell’Expo anche in vista dell’evento di Venafro “Molise Anci per EXPO 2015” che si è tenuto dal 26 maggio al 1 giugno 2014. In quella circostanza, è stato creato il format “EXPOSE YOUR LAND - Nutri te stesso sostieni la tua terra”.
Tra il mese di agosto e settembre sono stati intensificati i contatti e gli incontri con la Regione che stava a sua volta raccogliendo il materiale per rappresentare il Molise all’interno di “Palazzo Italia”, dove si celebra la potenza dell’identità italiana.
Il 1 novembre 2014, il Comune di Agnone ha presentato la candidatura relativa all’evento “Il Giorno del Fuoco”  all’organizzazione EXPO in Città che cura gli eventi fuori salone a Milano.
In definitiva dieci mesi di intenso lavoro hanno prodotto per il momento due grandissimi risultati: 
- Agnone sarà rappresentato all’interno del “Palazzo Italia” con riferimento alla “Potenza della bellezza”;
- Il Comune di Agnone ha ottenuto una pre-approvazione  da parte dell’organizzazione EXPO in Città per l’evento fuori salone “Il Giorno del Fuoco”.
Appuntamenti così importanti necessitato della collaborazioni di tutti per questo è stato costituito il “Comitato Agnone per Expo 2015” nato dalla collaborazione tra il Comune di Agnone, l’Associazione IAM e la Pro Loco.

Concludo augurando un buon anno a tutti!


 

Maurizio Cacciavillani

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK