Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Reati ambientali: bisogna cominciare a sanzionarli

Giovani Democratici: Il Senato approvi subito la legge per i reati ambientali

| di Giovani Democratici del Molise
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Nella scorsa settimana almeno due avvenimenti hanno richiamato l'attenzione pubblica sulla necessità di arginare l'onda dei reati ambientali in Italia.

Le motivazioni della sentenza della Cassazione sul processo Eternit, infatti, hanno evidenziato, per l'ennesima volta, la palese inadeguatezza della normativa italiana riguardante i delitti contro l'ambiente il cui peso continua a gravare sulle vittime e sui loro familiari, oltre che sull'ecosistema del nostro Paese.

Inoltre, la Relazione annuale della Direzione nazionale antimafia, nel tracciare la mappa italiana delle attività criminali, ha conferito particolare rilevanza alla diffusione e all'impatto dei reati ambientali e all'urgenza di contrastarli. Chiediamo che questi e molti altri eventi, ormai all'ordine del giorno, costituiscano, per il Parlamento italiano, un richiamo alla responsabilità.

È in discussione al Senato, dopo un anno dall'approvazione alla Camera, il disegno di legge che introduce nel Codice penale nuovi tipi di reati contro l'ambiente e rafforza gli strumenti di prevenzione e contrasto. Occorre, pertanto, che il Senato vinca ogni resistenza ed approvi presto e nella formulazione migliore possibile, il disegno di legge in questione per rispondere a una richiesta che da anni arriva dalle organizzazioni ambientaliste e da tutte le forze dello Stato, politiche e sociali impegnate a rendere più rigorosa ed efficace la lotta contro le ecomafie e l'illegalità.

Giovani Democratici del Molise

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK