Marmellata di bacche di rosa canina. Ricetta e preparazione di Ippolita

| di Maria Carosella
| Categoria: Gusto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Ippolita Spatoliatore una signora di Agnone appassionata di ricette naturali a base di erbe, fiori, frutti, bacche da flora selvatica. L'alto Molise è un territorio incontaminato dove la flora selvatica cresce nelle migliori condizioni possibili. Oggi Ippolita ci propone la ricetta di marmellata di bacche di rosa canina. La preparazione richiede dei tempi lunghi ma i risultati sono eccellenti

La marmellata di rosa canina, o rosa spina, è una conserva molto pregiata e ricca di proprietà benefiche per l’organismo. La rosa canina si trova a fine estate in tutto il territorio nazionale. Cresce ai margini dei terreni boschivi e nei terreni non coltivati. Ha un’elevata concentrazione di vitamina C, molte volte superiore a quella contenuta negli agrumi, ha proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Realizzare la marmellata i rosa canina in casa è un procedimento piuttosto lungo ma con una resa davvero eccezionale. In cucina la rosa canina è utilizzata anche per la preparazione di liquori, sciroppi e infusi, ottimi alleati per curare il mal di gola o sintomi del  raffreddore. Scegliete sempre delle bacche mature, in questo modo l’eliminazione dei semi e della peluria interna, sarà più semplice.

PREPARAZIONE MARMELLATA DI ROSA CANINA

Lavate e mondate le bacche di rosa canina eliminando i piccioli neri. Con un coltellino affilato dividete ogni bacca a metà ed estraetene i semi e la peluria. Sciacquate nuovamente le bacche mettendole in un colino sotto l’acqua corrente. Pesate per sicurezza le bacche in modo da aggiungere la giusta proporzione di zucchero che è pari alla metà del peso finale delle bacche 

  1. 2

    Mettete le bacche in una pentola copritele d’acqua. Fatele cuocere fino a quando non risultano morbide, ci vorranno almeno 40 minuti. Aggiungendo man mano altra acqua se necessario. Frullate il tutto e passate la purea in un colino a maglio strette.
  2. 3
  3. Rimettete la purea ottenuta nella pentola, coprite con lo zucchero e fate addensare. Riempite i vasetti, ben puliti e sterilizzati, con la marmellata bollente, sigillate ermeticamente, capovolgete i vasetti fino al completo raffreddamento.

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK