Calcio serie D, Olympia Agnonese sciupona: da 0-2 a 2-2 con l'Isernia al Lancellotta

| di Redazione
| Categoria: Sport
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Un 2 a 2 che non serve a nessuno ma soprattutto all’Olympia Agnonese. E’ il risultato del secondo derby consecutivo per i ragazzi di Mecomonaco,  raggiunto oggi contro i cugini dell’Isernia. Una partita che alla fine del primo tempo si era conclusa con il risultato di 1 a 0 in favore dei granata e che faceva ben sperare per la conquista dei tre punti. Allo stadio Lancellotta di Isernia infatti c’era stato un bel gol di Diarra con un tiro preciso da fuori area che aveva infiammato calciatori e tifosi.

 Un sogno che si era rinforzato quando in avvio di ripresa un rigore trasformato da Ricciardi aveva portato gli ospiti dell’Olympia addirittura in vantaggio per 2 a 0. Un risultato che è durato fino al 60’.  Ma dopo il penalty la compagine ospite si è trasformata cullandosi forse troppo sugli allori. Permettendo quindi ai padroni di casa di raggiungere il pareggio nonostante fossero 10 in campo. La prima marcatura ad opera di Petitti fa sperare l’Isernia che si porta sull’1-2. Il continuo pressing dei padroni di casa, che si è concluso successivamente con  il pareggio di Romano.

Il risultato che non premia l’impegno di Mecomonaco e dell’11 agnonese ha fatto scatenare le ire dei tifosi granata. Che alla possibile retrocessione non ci vogliono proprio stare. Tra i più moderati quello di questo lettore che così ha commentato il risultato odierno: penso che oggi hai visto la squadra di Isernia nonostante in 10 persone ci hanno messo sotto nel 2 tempo, loro lottano tutti i giocatori come leoni in campo mentre i nostri in campo tranne qualche eccezione non lottano questa è la differenza.

C’è però chi non è stato altrettanto sportivo e ha gettato benzina sul fuoco: tutti i giocatori dell'Olympia (salvo un paio) fanno schifo.... nemmeno in terza categoria possono giocare...vergognatevi ........ avete rovinato il calcio agnonese..... cengijune......

Insomma pare proprio che il ritorno ad Agnone per Mecomonaco e per la squadra non sarà dei più felici. Anche perché si teme non soltanto la retrocessione ma anche la perdita del primato nel calcio altomolisano perché, nel peggiore dei casi, a rappresentarlo in serie D dal prossimo anno ci sarà solo il Vastogirardi.

La classifica non depone bene per i granata. La squadra da oggi è penultima a 32 punti a 3 gare dalla fine e tutte con compagini meglio posizionate. Se l’Agnonese avesse battuto l’Isernia si sarebbe trovata a 34 punti e anche meglio posizionata rispetto ai cugini molisani. Ma così non è perché la compagine del capoluogo di provincia ha lei raggiunto i 34 punti e il quart’ultimo posto in classifica con uno scontro diretto che, tutto sommato, va più a vantaggio dell’Isernia che dell’Olympia. C’è da registrare anche la svegliata che si è data il fanalino di coda Castelfidardo. Che battendo il Campobasso per 4 a 3 in casa dei rossoblu ha raggiunto i 24 punti. Matematicamente l’Agnonese non è salva nemmeno dall’ultimo posto visto che i marchigiani potrebbero ancora arrivare a 33 punti mancando 3 partite.

Nei prossimi appuntamenti tocca affrontare in seguito il Pineto, il Montegiorgio Calcio e la Vastese che ad oggi hanno rispettivamente, 59, 47 e 41 punti in classifica. Certo la classifica non sempre scrive la storia di una partita di calcio ma l’impegno che i granata dovranno metterci è massimo.

Redazione

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK