Pietrabbondante-Segnalazione.Scritte apparse sui manifesti affissi dal parroco: "Il tribunale della santa inquisizione è stato riattivato"

| di Redazione
| Categoria: Territorio
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Ci segnalano da Pietrabbondante che dopo l'affissione dei manifesti ad opera del parroco del paese, che annunciavano i rintocchi funebri   "Perché la Vita è vittima della morte, dall'aborto all'eutanasia delle Dat" riferendosi al ddl sul biotestamento, approvato ieri alla Camera e ora in attesa del passaggio in Senato, sugli stessi manifesti sono state  apposte delle scritte a penna e con  pennarello. Le scritte sono le seguenti:

       Ritorno al Medioevo AD 1231..prossimamente

      La stagione della caccia alle streghe è riaperta...al rogo!

......Si avvisa la gentile clientela che il tribunale della la santa inquisizione è stato riattivato!

L'iniziativa del parroco di Pietrabbondante e' stata condivisa dai sacerdoti di Carovilli (Isernia), Castropignano (Campobasso), Duronia (Campobasso),  Salcito (Campobasso), che hanno anche fatto affiggere a Pietrabbondante un necrologio, che recita: "Le campane suonano a morto perché la Vita è vittima della morte dall'aborto all'eutanasia delle Dat. Con queste l'Italia ha scelto di far morire, non di far vivere. Prosit". In una nota, si spiega che i parroci "hanno voluto richiamare l'attenzione delle loro comunità sul funesto evento legislativo, che creerà una grande mole di problemi e minerà alla base la certezza della indisponibilità della vita umana. Invitano anche tutti a una seria riflessione, a emendare sostanzialmente al Senato la norma, e bocciarla addirittura come inutile, potendo fare riferimento già alle normative sull'accanimento terapeutico e cure palliative".

 Ma dalle scritte a penna sugli stessi manifesti , si evince che non tutti gli abitanti di Pierabbondante condividono il pensiero dei parrocci promotori della singolare iniziativa

 

Vedi galleria fotografica

Redazione

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK