San Giovanni Rotondo ed Ururi si uniscono in un Patto di Fratellanza che genera ancor più sintonia, sinergia ed amicizia tra la Puglia ed il Molise

| di Borghi d'Eccellenza
| Categoria: Territorio
STAMPA

 

 

19 novembre 2017  una data da ricordare e da imprimere nella memoria di molti... Ururi entra nella famiglia dei Borghi della Salute e, lo fa a San Giovanni Rotondo che, grazie all'amicizia ed ad azioni comuni, sottoscrivono il Patto di Fratellanza, suggellato con una cerimonia che ha visto prima le sottoscrizioni nella splendida sala consiliare del Comune di San Giovanni Rotondo , per poi essere conclamata in una Chiesa stracolma di migliaia di fedeli, con la celebrazione del Card. Sua Eminenza Filoni, con i due gonfaloni in bella vista sull'altare principale. La giornata si è conclusa con un eccellente conviviale presso la bellissima fattoria di Paolo Palladino, con la semina del ns grano senatore Cappelli e grazie la creata sinergia con il Mulino di Dionisio Cofelice. Un grazie alle comunità di San Giovanni Rotondo ed Ururi che anche non avendo avuto frequentazioni, da subito hanno instaurato quel sano rapporto che contraddistingue chi ha idee chiare ed obiettivi comuni....

Una azione coordinata da Maurizio Varriano che fortemente con le associazioni Borghi d’Eccellenza e Borghi della Salute, pone in essere la rete che consolidandosi in Italia , rende possibile azioni sinergiche per rafforzare i legami e per diffondere quella sana amicizia tra amministrazioni che credono in un futuro legato alla rete della cultura e del turismo.

La Puglia è sicuramente un attrattore di primo piano e, grazie ai gemellaggi già siglati in nome della cultura e della poesia con San Giovanni Rotondo, Atri, Auletta, Eboli, Guardialfiera, Larino, la strada è diventata meno tortuosa e percorribile grazie ad un carburante che in Molise si disperde spesso tanto da rallentare ogni tipo di iniziativa Turistico Culturale.

Tutto nasce da un lontano 2 ottobre in quel di Guardialfiera in occasione della Giornata Mondiale della Poesia voluta fortemente da Vincenzo Di Sabato e, oggi corre su un binario che in ogni stazione pone un sigillo per un viaggio , non più della speranza, ma concretamente degno di nota e di piena condivisa partecipazione culturale.

Due amministrazioni, quella di Raffaele Primiani e Costanzo Cascavilla  che sottoscrivendo il patto di fratellanza , con una cerimonia emozionante tenutasi nella splendida sala del Municipio di San Giovanni Rotondo ha visto scandire le parole impresse sulla pergamena :”  In questo giorno prendiamo solenne impegno di mantenere legami permanenti e di favorire in ogni campo gli scambi tra gli abitanti per sviluppare con una migliore comprensione reciproca il sentimento vivo della fraternità europea; di congiungere i nostri sforzi per assicurare il successo di questa impresa necessaria al conferimento della pace e della prosperità “ .

Una cerimonia che ha visto il Molise protagonista con la Puglia già dalla sera del 18 novembre, presso la struttura dell'Hotel Corona, per una serata magistrale con aspettative di ottimo livello, con la presenza di prodotti Molisani , decantati e degustati dopo una preparazione di altissima professionalità, presenti Gabriele Coccagno con la sua Mortadella , Dionisio Cofelice con le sue farine e le sue tipologie di pasta, Nicola dell'Nicola Dell'Omo e Di Iorio Tarfufi, con i loro prodotti, Carmelina Colantuono, per la sua presenza e per aver deliziato il palato con i latticino Frosolonesi, a Costanzo per aver disposto in maniera impeccabile la struttura, alle aziende Pugliesi ed agli operatori che ci hanno permesso una integrazione ed interazione praticamente perfetta, a Marco Tagliaferri, che non smette mai di adoperarsi per favorire integrazione e cultura nel campo della salute, all'amministrazione di Ururi, praticamente presente in blocco, a quella di San Giovanni Rotondo, agli amici intervenuti, Antonello BuondonnoFrancesco CiminoMargherita Quercia. Una giornata che ha visto l’impegno delle donne di casa" Palladino "  ed il ristoro uditivo a cura dei cantori di Ururi ed agli Spruvvist di San Giovanni Rotondo.

Un ulteriore passo verso Matera 2019, progetto che vede protagonisti per il Molise Guardialfiera, Agnone, Ururi, per la Campania Eboli, per la Puglia San Giovanni Rotondo.

Una nota significativa è venuta dal  Cardinal Filoni che, nell'intervista esclusiva per Telemolise, grazie a Fabrizio Occhionero, competente ed attento, nel ribadire che i patti di fratellanza non servono se non seguiti da azioni sinergiche, e che mirano ad allargarsi a molte comunità . Questo è il ns scopo .... Rete comune per un Molise che favorisce integrazione culturale partecipativa.. Si va verso Matera 2019 insieme e con convinzione....

Non poteva essere Giorno Migliore……

Gioia, tripudio di lettere, parole, musica

Borghi d'Eccellenza

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK