Isis Majorana Fascitelli:120 mila euro per portare il grande Cinema nella provincia di Isernia

| Categoria: Territorio
STAMPA

 

 

Nel mese di Dicembre è stata resa ufficiale la graduatoria degli Istituti ammessi a ricevere i finanziamenti per i progetti presentati nell’ambito del Piano Nazionale Cinema Scuola. Con grande soddisfazione e orgoglio abbiamo appreso che ambedue i progetti presentati dal nostro Istituto sono stati sovvenzionati. Tale finanziamento rappresenta non solo un riconoscimento al lavoro e all’impegno profuso, ma soprattutto un’incredibile opportunità per i nostri ragazzi e per la comunità intera che continua ad essere nostra attenta e partecipe interlocutrice.

Il nome del primo progetto, “Il cinema della felicità”, è stato ispirato da un libro dello scrittore sudamericano, Mauricio Gomyde, intitolato appunto Il cinema delle felicità. Il protagonista, Pedro, proprietario di un videonoleggio, è convinto che i film siano in grado di guarire le ferite e mostrare il lato positivo della vita. Per questo, decide di aiutare le persone con i suoi consigli da esperto cinefilo e far tornare il sorriso a chi credeva di averlo perduto per sempre, consigliando a ciascuno il film adatto. Il principio che ispira la cinematerapia.

La nostra proposta è nata dal desiderio di fornire agli studenti gli strumenti per sognare il loro futuro lavorativo, spingendosi al di fuori degli schemi imposti dalle famiglie e dal contesto culturale, e realizzare tale aspirazione nella convinzione che non ci sia obiettivo tanto lontano da non poter essere raggiunto, pur vivendo in una realtà povera di stimoli come la nostra.

Abbiamo cercato e trovato la collaborazione dell’attore di origini molisane Maurizio Santilli, protagonista del film "Il viaggio" di Alfredo Arciero, pellicola interamente girata fra Abruzzo e Molise. Da questa cooperazione è nata l’idea di realizzare un percorso di formazione articolato in cinque seminari e quattro laboratori che miri non solo a fornire quelle conoscenze indispensabili per far diventare alunni e docenti fruitori consapevoli dell’arte cinematografica, ma soprattutto ad alimentare la fantasia e la creatività di giovani troppo legati all’idea del lavoro unicamente come fonte di benessere economico. Aprendo loro le porte di un mondo, quello del cinema, produttore di bellezza, nel senso più profondo di questo termine, speriamo di far passare l’idea che il lavoro possa e debba essere fonte di felicità personale, ma soprattutto che con il proprio mestiere si possa costruire felicità anche per gli altri.

Per dare maggior forza a tale messaggio abbiamo deciso di dare anche un taglio pratico al progetto. Con questo scopo abbiamo coinvolto il prof. Ugo Di Tullio, ordinario di Organizzazione e legislazione dello spettacolo teatrale e cinematografico presso l’Università degli studi di Pisa, che guiderà i nostri alunni nella conoscenza delle professionalità che l’organizzazione di un film richiede nelle sue componenti gestionali ed economiche, delle fasi di realizzazione e della normativa vigente in materia di spettacolo.

Attraverso i laboratori, inoltre, intendiamo fornire agli studenti uno strumento per scoprire e mostrare quelle inclinazioni e quelle capacità che la normale pratica didattica non consente di far emergere e in questo modo dare loro la possibilità di esprimere liberamente, in forma artistica, quel mondo interiore che altrimenti rimarrebbe sommerso.

Il secondo progetto, di più ampio respiro, ideato anch’esso in collaborazione con diverse professionalità del nostro territorio, dall’attrice Daniela Terreri al funzionario della Soprintendenza Enza Zullo, allo scenografo Vasco Di Salvo, prevede il coinvolgimento di diverse amministrazioni comunali della provincia di Isernia ed è stato denominato “Ciak si gira…in Molise”.

“Ciak si gira…in Molise” sarà la prima rassegna cinematografica organizzata nella provincia di Isernia dedicata ad attori, registi e grandi artisti di origine molisana o che hanno valorizzato il nostro territorio, che incontreranno il pubblico, presenteranno i loro film e guideranno i ragazzi delle scuole della provincia di Isernia nella realizzazione di documentari volti a valorizzare le bellezze storiche, artistiche e naturalistiche del territorio. La manifestazione per questa edizione sarà strutturata in diverse serate, ospitate dai borghi più suggestivi del territorio e dai palcoscenici più importanti del capoluogo di provincia. L'obiettivo è quello di creare un contatto tra il cinema e il territorio. La rassegna infatti avrà come tematica di fondo il territorio molisano, con particolare attenzione alla provincia di Isernia. Saranno previsti momenti di riflessione con esperti del settore, incontri con artisti, registi e attori molisani, con lo scopo di far emergere, attraverso la visione di grandi film, l’importanza della nostra storia, la bellezza dei luoghi, la grandezza dei personaggi e degli artisti del nostro territorio. In questo modo il pubblico e in particolare i giovani studenti avranno modo di vedere quante eccellenze molisane lavorano e hanno lavorato nel campo del cinema, quanti splendidi paesaggi della nostra regione hanno fatto da sfondo a pellicole importanti e come anche il Molise abbia spesso esercitato un’attrazione nei confronti degli artisti del settore.  Gli alunni degli istituti secondari di primo e secondo grado della nostra provincia per l’occasione diventeranno filmaker e produrranno un documentario che poi presenteranno durante una delle serate della rassegna, coinvolgendo, anche con una semplice intervista, il personaggio a cui verrà dedicata la stessa serata. Gli appuntamenti saranno periodici e proporranno proiezioni, presentazioni, master class, incontri, musica, tutti collegati da un filo comune: il territorio molisano.

 

 

 

 

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK