Alto Molise Flora rara, l'eufrasia, la pianta che protegge i nostri occhi

| Categoria: Varie
STAMPA

La flora

Per la registrazione e gestione dei dati sulle specie vegetali presenti nell’area del Consorzio ASSO MAB Alto Molise è stato impostato un database floristico nel quale sono presenti oltre 900 specie e sottospecie (il 30% circa della flora dell’intero Molise), appartenenti a più di 90 famiglie e circa 400 generi. Tra tutte le specie presenti nel database 5 sono esotiche o “aliene”: Veronica persica (Plantaginacea di provenienza asiatica), Robinia pseudoacacia (Fabacea di provenienza nordamericana), Xanthium spinosum (Asteracea di provenienza sudamericana), Ailanthus altissima (Simaroubacea di provenienza asiatica) e Conyza canadensis (Asteracea di provenienza nordamericana). 

Specie rare in Molise, presenti nelle praterie, nei pascoli, nelle radure dei boschi: 
Eufrasia della Liburnia Euphrasia liburnica, Eufrasia minima Euphrasia minima, Cicerchia semplice Lathyrus nissolia, Giglio rosso Lilium bulbiferum subsp. croceum, Lupinella dei colli Onobrychis arenaria subsp. tommasinii, Ofride gialla Ophrys lutea, Veccia Vicia loiseleurii.

Specie rare in Molise, presenti nei boschi: 
Abete bianco Abies alba, Acero di Lobelius Acer cappadocicum subsp. lobelii, Anemone gialla Anemone ranunculoides, Peverina a foglie grandi Cerastiumsylvaticum, Erba Cucco Cucubalus baccifer, Euforbia corallina Euphorbia corallioides, Euforbia bitorzoluta Euphorbia dulcis, Festuca dei boschi Festuca altissima, Erba di S. Giovanni arbustiva Hypericum androsaemum, Falsa ortica mora Lamium galeobdolon subsp. montanum, Giglio martagone  Lilium martagon, Uva di Volpe Paris quadrifolia, Ruscolo maggiore Ruscus hypoglossum, Silene a fiori verdastri Silene viridiflora, Corinoli dentato Smyrnium perfoliatum.

Eufrasia: la pianta con l’occhio nel fiore

L’Eufrasia è una pianta molto conosciuta e adoperata nel trattamento delle affezioni degli occhi. Una cosa curiosa è che i suoi petali presentano proprio il disegno di un occhio.

Secondo alcuni autori, il suo nome botanico, derivante dal greco euphrasia (gioia, gaiezza), indicherebbe il sollievo provato da chi, usandola, recupera uno sguardo gioioso e brillante.

 

L’eufrasia è una pianta dagli innumerevoli benefici. Le sue parti aeree contengono lignani, glicosidi, acidi-fenoli e un particolare olio essenziale che le conferiscono un’azione antinfiammatoria e antibatterica. È inoltre un ottimo antiflogistico e decongestionante.

L’aucubina in essa contenuta le dona la sua azione epatoprotettiva contro i danni causati da sostanze velenose.

La medicina naturale raccomanda l’uso dell’eufrasia nel trattamento di tutte le affezioni degli occhi. Dalle congiuntiviti, alle riniti allergiche, passando per la stanchezza oculare e arrivando ai disturbi di origine nervosa.

Come rimedio erboristico, l’eufrasia è utilizzata come collirio.

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK