Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

SANITA': DI GIUSEPPE (IDV), INTERROGATO MINISTRO FAZIO SU OSPEDALE DI AGNONE

redazione
Condividi su:
ROMA - "Oggi è stata presentata una interrogazione a risposta scritta indirizzata al Ministro della salute ed al Ministro dell’economia, in merito allla grave situazione che affligge l’ospedale Caracciolo di Agnone" - cosi l'On.Anita DI Giuseppe (IdV) sui problemi socio sanitari in Molise - “A causa del piano di rientro del 2007 sono stati ridimensionati diversi reparti, è stato abolito il punto nascite, e di conseguenza si è registrata una progressiva emorragia di personale qualificato, primari, medici, infermieri, dirigenti amministrativi e personale specializzato; il numero di posti letto - prosegue il deputato IdV - è stato forzatamente ridotto a sole 40 unità nonostante la costante richiesta di ricoveri, puntualmente deviati su strutture private. La sanità molisana ha raggiunto alti livelli d’indebitamento proprio a causa di una dissennata gestione delle risorse finanziarie, spesso destinate al potenziamento della sanità privata a discapito di quella pubblica. Il ridimensionamento dell’ospedale di Agnone, non solo colpirebbe un’area montana in difficoltà dal punto di vista occupazionale, socioeconomico e dei servizi sanitari, provocando un ulteriore spopolamento di un territorio già drasticamente colpito dal fenomeno migratorio, ma sarebbe anche in netto contrasto con la Legge Regionale Molise n.15/2003 che in materia di servizi socio-sanitari, prevede, tra l'altro, parametri differenziati per le Aziende sanitarie locali operanti prevalentemente sul territorio classificato montano, proprio come è quello di Agnone. Insieme al Presidente Di Pietro, abbiamo interrogato i Ministri affinché si istruiscano tutte le procedure utili alla sopravvivenza dell'ospedale civile Caracciolo. Questa interrogazione coinvolgerà anche il Commissario ad Acta per la Sanità molisana. Bisogna garantire il diritto alla salute dei cittadini - conclude l'On. Anita Di Giuseppe - cosi come sancito dall’Art.32 della nostra Costituzione, e l’ospedale civile di Agnone rappresenta un presidio sanitario fondamentale per adempiere tale principio.”
Condividi su:

Seguici su Facebook