Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Wojtyla santo, una campana dalla fonderia "Marinelli"

redazione
Condividi su:
Una campana Marinelli per il Beato Wojtyla. Agnone vive con commozione immensa ed unanime la prossima beatificazione di Papa Giovanni Paolo II. Indelebile e forse ancora accresciuta , rimane l’emozione della Sua visita in occasione della festa di S.Giuseppe Artigiano del 1995. Per fissare nel bronzo la storica data del 1 maggio, giorno in cui Papa Wojtyla sarà ufficialmente dichiarato Beato, la Pontificia Fonderia Marinelli ha fuso una campana commemorativa che sarà presto consegnata a Papa Ratzinger in Vaticano. Il Rito Sacro della fusione è stato celebrato da S.Em. il Card. Sergio Sebastiani alla presenza di numerosi illustri ospiti. La campana, del peso di 50 chili e del diametro di 40 cm e nota musicale DO reca in rilievo insieme al ritratto del Beato Wojtyla, il primo Papa di Roma San Pietro, la Basilica Vaticana e gli stemmi degli ultimi due pontificati. La lunga, sorprendente, visita di Giovani Paolo II rimane l’avvenimento più prestigioso ed emotivamente coinvolgente nella storia della millenaria Fonderia di Agnone: un evento che col passar del tempo si colora ancor più di valori, significati ed indescrivibili emozioni. L’indimenticabile frase del santo Padre dopo la visita in fonderia: “…ciascuno di noi porta in sé una campana, questa campana si chiama cuore e questo cuore suona e, spero suoni sempre belle melodie…” è sicuramente il commento più profondo ed emozionato che mai sia stato trasmesso. Per il giorno I maggio la nuova nata suonerà con l'auspicio che possa vibrare molto in alto i suoi primi rintocchi festosi, durante la proclamazione ufficiale della Beatificazione di Carol Wojtyla, all’unisono di tutte le campane del mondo.
Condividi su:

Seguici su Facebook