Luigi Di Maio a Termoli con Greco e tanta gente : ecco la diretta

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

 

Luigi Di Maio arriva a Termoli e fa il pienone. Con Andrea Greco diventa possibile la conquista della Regione Molise. All’inizio del comizio ha parlato Greco il quale ha denunciato tutto il malaffare che finora ci sarebbe stati in Molise.

Tra questo anche il malcostume che ha imperato in questi anni in Consiglio tra cui un assessore che è stato arrestato per aver truffato la Regione. Greco vuole cambiare il Molise vedendo la politica che lascia questa terra al posto dei cittadini che lo hanno fatto finora. Sul lavoro invece vogliono la sburocratizzazione dei processi. Una Regione che affianchi i cittadini nell’offerta della formazione.

Greco ha affrontato questo problema questa mattina in Altomolise quando ha incontrato un imprenditore di Agnone. Greco vuole mettere la Finmolise accanto ai cittadini. Vuole vedere un entre che sostiene anche i cattivi pagatori. Sulla sanità invece si parla di mettere al centro gli interessi diffusi della collettività prima di quella dei privati. “Non vogliamo eliminare il privato – sostiene Greco- ma non deve sostituirsi al comparto pubblico. Dobbiamo acquisire i servizi che vogliamo noi non quelli che ci impongono loro”.

Greco ripropone la modifica per il Molise del Decreto Balduzzi per l’interesse dei molisani e per garantire un lea di secondo livello. Gli unici lobbysti per il Movimento Cinque Stelle restano sempre i cittadini. Greco è molto legato alla città di Termoli e vuole vendere il territorio di questa città come brand di qualità. E ribadisce la sua netta contrarietà al progetto del Tunnel sostenendo anche che è stato fatto senza consultare i cittadini. Termoli non ha alcun beneficio dal progetto dell’acquedotto centrale.

“Voglio dirvi una cosa e lo faccio affianco a Luigi al quale faccio un in bocca al lupo per questo momento che sta vivendo- ha sostenuto Greco – ti penso la notte quando vado a letto. Luigi Di Maio è un eroe dei tempi moderni. In una telefonata mi disse, Andrea noi saremo accanto a voi prima durante e dopo le elezioni. Noi abbiamo di fronte la più grande armata di portatori di interessi. Siamo 20 contro 300. Mettetevi tutti dalla nostra parte. Il 23 abbiamo la possibilità di svegliarci da un sogno vedendo una terra libera da chi vuole distruggerci”.

La parola è passata a Luigi Di Maio che ha aperto dando una buona notizia. Il nostro obiettivo è ristabilire equità sociale. Oggi a distanza di dieci giorni dalla loro elezione Riccardo Fraccaro e Roberto Fico hanno dato il via alla procedura del taglio ai vitalizi della Camera. “Abbiamo iniziato la rivoluzione gentile che vi avevamo promesso – ha sottolineato Di Maio – questo è solo l’antipasto di quello che saremo capaci al governo di questo paese”.

I vecchi partiti non hanno più la possiblità di tagliarci fuori. “Se ci impegnamo in questa regione potremo avertvere il primo presidente della Regione a Cinque Stelle che sarà Andrea Greco”.

Di Maio ha promesso che prima e dopo la data delle Regionali ci sarà un governo del cambiamento. Ha senso andare al governo se questo governo potrà cambiare il Paese. Non chiedo l’alleanza ma un contratto davanti agli italiani per mettere al centro i vostri problemi. Non puntiamo su un governo per tirare a campare. I vostri problemi non scompariranno dopo la formazione del Governo.

Ho deciso di dire non alleiamoci e non dividiamoci le poltrone. Siamo la prima coalizione del Paese con 11 milioni di voti. Siamo il primo movimento dell’Europa. Se si deve formare il Governo abbiamo proposto un contratto sul modello tedesco. Noi partiremo dai 20 punti per la qualità della vita degli italiani per i quali abbiamo preso i voti. Discutiamo di pensioni, di giovani e di lavoro. A Salvini l’invettiva: tu devi scegliere tra Berlusconi e il cambiamento del Paese. “Avete avuto un grande coraggio a votare per il cambiamento – ha dichiarato – conosco bene cose significa votare cinque stelle e avere a che fare coi ricatti. Avete avuto il coraggio di votare il cambiamento alle politiche. Spero di tornare dopo un mese qui con Greco Presidente della Regione e me presidente del Consiglio”.

Tutti hanno detto che bisognava aiutare le imprese in questa campagna elettorale. Di Maio chiede di aiutare i commercianti e gli imprenditori. La politica deve smettere di chiedere di inserire i propri parenti nelle aziende. Bisogna ridurre le leggi che rendono un inferno la vita dei cittadini. Non ci chiedete di fare tante leggi ma poche cose per migliorare la vita dei cittadini. Termoli deve investire in turismo. Una Regione come il Molise deve investire in infrastrutture, turismo e imprese che fanno enogastronomia..... Continua su http://molione.altervista.org/luigi-maio-termoli-greco-tanta-gente-la-diretta/

Guarda la diretta 

https://www.facebook.com/AndreaGrecoM5S/videos/157719624906072/

 

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK