Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Elezioni provinciali presidenti delle Province di Chieti, Pescara e Teramo, vince centrodestra 2a1

A Chieti l'uscente Mario Pupillo (Pd) è riconfermato sconfiggendo il sindaco del capoluogo Umberto Di Primio (Forza Italia)

Condividi su:

 

In Abruzzo, gli amministratori locali sono stati chiamati a scegliere i presidenti delle 3 Province di Chieti, Pescara e Teramo, mentre non era prevista l'elezione dei Consigli provinciali. Sono  stati 2.435 i sindaci e consiglieri Comunali chiamati ai seggi in rappresentanza di un milione di cittadini residenti nei loro 197 Comuni delle Province al voto. I sindaci candidati rappresentano Comuni tra i 1.000 e i 50.000 abitanti. A Chieti candidato anche il sindaco del Comune capoluogo.

I candidati alla presidenza in Abruzzo

Chieti: Mario Pupillo (sindaco Lanciano); Umberto Di Primio (sindaco Chieti).
Pescara: Luciano Di Lorito (sindaco Spoltore); Antonio Zaffiri (sindaco Collecorvino); Vincenzo Catani (sindaco Picciano).
Teramo: Giuseppe D'Alonzo (sindaco di Crognaleto); Diego Di Bonaventura (sindaco Notaresco).

Eletti 

A Pescara vince Antonio Zaffiri, a Teramo Diego Di Bonaventura. A Chieti, infine, l'uscente Mario Pupillo (Pd) è riconfermato sconfiggendo il sindaco del capoluogo Umberto Di Primio (Forza Italia). Previsioni in pratica rispettate, con una sorpresa: a Teramo, infatti, il candidato di centrosinistra Giuseppe D'Alonzo, dato per favorito, ha perso contro Di Bonaventura. Determinante è stata l'assenza, nel calcolo del voto ponderato di questa particolare elezione che chiama alle urne solo l'elettorato passivo di sindaci e consiglieri, l'assenza del Comune di Giulianova, il cui sindaco si è dimesso per partecipare alle regionali. Così, D'Alonzo è rimasto orfano di una buona fetta di voti di centrosinistra.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook