Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Salvini chiude il Cara di Castelnuovo e deporta i rifugiati in Molise e Abruzzo

Non li porta a Cortina, li porta da noi. Grazie Salvini, sappiamo cosa pensi di noi

Condividi su:

Matteo Salvini sta facendo sgomberare, con furia,il Cara di Castelnuovo, comune vicino Roma,  tanto da lasciare nello sgomento oltre 500 persone, ignare del loro destino, si, perché vengono trasferite a forza in luoghi non conosciuti ma genericamente indicati come Abruzzo e Molise .Vengono prelevati come criminali e scaricati dalle nostre parti. Gli amici molisani di Salvini saranno contenti.Tra di loro tanti minori che dovranno lasciare la scuola e, con loro, poi, individui fragili: una donna malata di tumore, un’altra che ogni mattino con i mezzi andava all’ospedale Gemelli per allattare il suo bambino prematuro. Un’immagine veramente angosciante che dovrebbe spingere qualsiasi politico a riflettere sulle conseguenze dei suoi atti. Va detto, senza peli sulla lingua che prendere una mamma con un bambino,  soccorsa in mare e sottoposta a protezione, portata via con la forza dal luogo di protezione per una destinazione ignota, chiamasi deportazione, senza se e senza ma. E quest’ operazione non vale tutto l’oro del mondo. Sentire il ministro Salvini dire che in questo modo si risparmiano alcuni milioni di affitto che peraltro consentivano di pagare stipendi a personale italiano, è semplicemente disgustoso.

Alle critiche che si levano dal Vaticano, da tanti politici, da tante associazioni e da tanti lavoratori italiani che in quel CARA avevano trovato un impego, il Ministro dell’Interno replica con “se sei qui a chiedere asilo politico, non puoi certo pretendere di andare a Cortina“. Tutto questo per Salvini è semplicemente “la fine della pacchia”. Ma, purtroppo, ci stiamo oramai abituando alle sue frasi minacciose e piene di odio.

  • Se gli parlano dell’euro: L'euro è un crimine contro l'umanità
  • Ha spiegato a suo modo cosa capiterebbe - secondo lui - a un bambino in una coppia gay: "Se cresce con genitori o un genitore gay, parte da un gradino più sotto. Parte con un handicap".
  • Nella sua testa, come più volte dichiarato: "Polizia e carabinieri devono mano libera per ripulire le città. La nostra sarà una pulizia etnica controllata.”
  • Se vede dei profughi: “uééé è finita la pacchia. Bisogna scaricarli sulle loro spiagge, con una bella pacca sulla spalla, un sacchetto di noccioline e un gelato".
  • A proposito di evasori: “Se un datore di lavoro deve evadere le tasse per sopravvivere non è un evasore ma un eroe”.
  • Se vede un poveraccio messo a nudo dalla polizia e apprende che è morto in quelle condizioni: “ma che, dovevano offrirgli caffè e cornetto?”
  • Se si sente criticato, risponde offendendo o con: “molti nemici molti onori”
  • io non dimentico il suo refrain contro noi meridionaliCi siamo rotti i coglioni dei giovani del Mezzogiorno, che vadano a fanculo i giovani del Mezzogiorno! Al Sud non fanno un emerito cazzo dalla mattina alla sera. Al di là di tutto, sono bellissimi paesaggi al Sud, il problema è la gente che ci abita. Sono così, loro ce l'hanno proprio dentro il culto di non fare un cazzo dalla mattina alla sera, mentre noi siamo abituati a lavorare dalla mattina alla sera e ci tira un po' il culo.“

Va detto che, oltre a questi trasferimenti di massa, verso luoghi ignoti dell’Abruzzo e del Molise, c’è anche l’abbandono di esseri umani, non trasferiti, che andranno a ingrossare le fila dei nullatenenti, pronti ad essere ingaggiati dalla malavita.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook