Strasburgo, in Italia disparità locali per l'accesso all'aborto: record in Molise di medici obiettori

'Nessun dato su misure contro molestie morali a non obiettori'

| di Vp
| Categoria: Attualità
STAMPA

 "Nonostante la situazione sembri migliorata, permangono considerevoli disparità d'accesso all'interruzione di gravidanza a livello locale" e "l'Italia non ha dato informazioni sulle misure prese per prevenire atti di molestia morale contro i medici non obiettori di coscienza".

Così il Comitato per i diritti sociali del Consiglio d'Europa su quanto fatto dall'Italia per rimediare alle violazioni della Carta sociale europea, riscontrate nel 2016, dopo il ricorso collettivo della Cgil sull'applicazione della legge 194. 

A livello regionale il dato riguardante l'applicazione della legge del 1978, fa registrare un record negativo che appartiene sempre al Molise: il 93,3% dei ginecologi pratica l'obiezione di coscienza, ovvero non interviene su donne che decidono di interrompere una gravidanza. A Campobasso, dove esiste il solo medico non obiettore, all'interno dell'ospedale Cardarelli è nato il centro di procreazione responsabile diretto dal ginecologo Michele Mariano. Che di fatto esercita solo lì la sua professione e non dentro al canonico reparto di ginecologia e ostetricia.

"Il Comitato per i diritti sociale del Consiglio d?Europa, che ha basato la sua valutazione sulle informazioni fornite dal governo precedente, il 16 febbraio 2018, chiede informazioni all'Italia - entro ottobre 2019 - sulle misure introdotte per ridurre le restanti disparità, sia sull'accesso delle donne all'interruzione di gravidanza, che per assicurare una distribuzione più omogenea dei medici non obiettori sull'intero territorio nazionale.Inoltre chiede informazioni sulle misure preventive e risarcitorie adottate per proteggere il personale medico non obiettore da discriminazioni e molestia morale". 

 

Vp

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK