Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

L’esser cristiani è diventata una colpa 

245 milioni di cristiani perseguitati nel mondo da est a ovest da nord a sud

Condividi su:

La mappa dei paesi in cui i cristiani sono perseguitati è immensa: in almeno 73 di essi, le comunità cristiane sono soggette a situazioni critiche molto alte. Si va dalla Corea del Nord all'Afghanistan, dal Pakistan dalla Somalia, dallo Sri Lanka alla Nigeria, dalla Malesia all’Iraq.
Emblemi di queste persecuzioni sono la chiesa della Resurrezione a Quaraqosh in Iraq,  sventrata con, tutto intorno, 116 case bombardate, 2228 bruciate dalla furia ideologica dell’Isis la chiesa dedicata a Sant’Antonio a Colombo capitale dello  Sri Lankacon, tutto intorno, una malvagità assoluta scatenata dal Daesh300 morti e 500 feriti.
Andare in chiesa, per assistere a una messa o semplicemente per pregare o sentirsi in contatto con Dio, è diventato, per milioni di esseri umani, un atto di eroismo estremo.

ISIS è l’ acronimo tratto dalla traduzione in inglese di Al Dawla Al Islamiya fi al Iraq wa al Sham, mal sopportato dai mussulmani perché collega direttamente l’ISLAM alla violenza.
Daesh, acronimo tratto direttamente dalla stessa frase non tradotta, è più tollerato perché parla di discordia e non di violenza. Pur tuttavia, le azioni messe in atto da questi organismi, comunque chiamati, sono comunque atti di terrore  

Condividi su:

Seguici su Facebook