Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Sanità e lavoro, protesta davanti al Consiglio Regionale: Toma si deve dimettere

Condividi su:

 

Se l'estate meteorologica ha subito un forte stop e si sta bene anche a maniche lunghe, è calda l'estate delle proteste davanti al Consiglio regionale del Molise. Ed è Andrea Di Paolo del sindacato autorganizzati a spiegare a megafono la motivazione delle proteste. Dove erano presenti operai Ex Ittierre, operai forestali, sanità, formazione professionale e Gam.

Al centro dell'attenzione soprattutto la questione della sanità. A poco serve la sentenza del Tar secondo i manifestanti riguardo al punto nascita di Termoli e a poco è servito anche evitare in extremis la chiusura a 12 ore del pronto soccorso di Agnone. Ci vuole una soluzione politica che ora stenta ad arrivare. 

Erano tutti insieme coloro che sono contro il sistema Toma questa mattina davanti ai cancelli di Palazzo D’Aimmo dove si tiene il consiglio regionale per alzare la voce e farsi ascoltare riguardo le tante vertenze ancora irrisolte. "Vogliamo che il presidente Toma ci spieghi dove sono finiti i 4 milioni di euro delle nostre tasse – dicono – La sanità è l’unica industria rimasta nella nostra regione. Vogliamo le dimissioni del Presidente della Regione". 

Condividi su:

Seguici su Facebook