Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il maltempo non concede tregua, ha ripreso a nevicare

Condividi su:
HA RIPRESO a nevicare nell'Alto Vastese dopo una breve parentesi di tregua concessa dal maltempo. Nel corso della notte altri dieci centimetri di neve si sono sommati al metro e mezzo già caduto nei giorni scorsi. E mentre scriviamo abbondanti nevicate sono in corso praticamente ovunque, anche sulla fondovalle Trigno. Le previsioni non lasciano spazio all'ottimismo: nevicate abbondanti anche a quote basse almeno fino a mercoledì. Altri tre giorni di allerta meteo dunque e i sindaci di zona hanno già provveduto a chiudere le scuole. Il primo cittadino di Celenza sul Trigno ha comunicato che la riapertura delle scuole, salvo imprevisti, è fissata per giovedì. Qualche disagio si segnala nelle frazioni di Castelguidone dove pare manchi l'acqua corrente nelle abitazioni. Questo segnalano alcuni lettori. Qualcuno ha dovuto sciogliere la neve per procurarsi l'acqua per gli usi domestici, per cucinare e lavarsi. Nel caso in cui si sia verificata una rottura della rete idrica non sarà possibile intervenire prima dell'attenuazione dell'ondata di maltempo. Grossi disagi alla circolazione veicolare non si registrano, grazie all'ottimo lavoro svolto dai mezzi della Provincia, in servizio praticamente senza sosta. MOLISE IN GINOCCHIO, ANCORA NEVICATE E GELO SITUAZIONE PIÙ GRAVE IN PROVINCIA DI ISERNIA (ANSA) - CAMPOBASSO, 5 FEB - Peggiora la situazione su gran parte del Molise dove nelle ultime ore ha ripreso a nevicare: i problemi più seri si registrano in provincia di Isernia dove questa mattina la Protezione civile regionale ha inviato una motoslitta per consentire di raggiungere le zone dell'entroterra ancora isolate. Il maltempo dalle ultime ore sta interessando anche il Basso Molise e la costa. Anche in questo caso sono all'opera i mezzi di soccorso. Oltre alla neve, l'insidia ghiaccio si fa sempre più evidente. Le basse temperature stanno determinando la formazione di pericolosi lastroni spesso nascosti sotto il manto nevoso. Dalla sala operativa della Protezione civile, che ha messo in campo circa 100 uomini, segnalano difficoltà in diverse aziende zootecniche dove manca il foraggio e l'acqua. Alcune famiglie che abitano nelle zone interne della regione sono ancora isolate a causa delle difficoltà oggettive per i mezzi di soccorso di poter raggiungere le zone interessate. Ieri il presidente della Regione, Michele Iorio, aveva chiesto l'intervento dell'Esercito per interventi localizzati soprattutto in provincia di Isernia. Situazione ancora difficile per le ambulanze del 118 nel raggiungere alcune località per prestare soccorso alle persone. Il Molise, dunque, è in ginocchio e le previsioni meteo non indicano nulla di buono per le prossime ore: sono previste, infatti, nuove nevicate anche a quote decisamente basse. (ANSA).
Condividi su:

Seguici su Facebook