25 novembre, per le vittime di violenza " l' Altomolise non esiste"

In nessuno dei Comuni c'è una manifestazione in ricordo delle donne uccise o in favore delle sopravvissute.

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Ogg si celebra in tutto il mondo la giornata internazionale per l' eliminazione della violenza sulle donne. Numerose sono le iniziative che vedono coinvolta anche la nostra regione. Ma non tutto il territorio. In questo caso il detto " il Molise non esiste" , si può tramutare in " l' Altomolise non esiste". 
Come ogni giorno in redazione si controllano mail e comunicati stampa. Ci aspettavamo la notizia di un evento o di una iniziativa sulla violenza sulle donne. Ma i giorni passavano e le mail tanto attese non arrivavano. In altomolise nessuna manifestazione per il 25 novembre. Qui le donne picchiate, abusate, stuprate e uccise non esistono. Questo credono le istituzioni di Agnone, Capracotta, San Pietro Avellana, Vastogirardi, Carovilli, Belmonte del Sannio, Pescopennataro, Pescolanciano, Poggio Sannita e Castelverrino. 
Ma le donne vittime di violenza esistono ovunque. Basti solo ricordare il caso del 13 novembre 1983 di Giovanna Peluso, contadina di Agnone condannata a 1 anno e 4 mesi di reclusione in appello nell' agosto 1986 per essersi difesa da uno stupro. La difese l' avvocato Ugo D'Onofrio e poi in Cassazione arrivò anche Tina Lagostena Bassi. 
Un fatto che smosse il mondo femminista. Ricordato ancora nel libro " Frantumi storia di ordinaria violenza sessuale" di Leopoldo Feole, giornalista RAI in pensione. 
Ma oltre a questo caso ce ne sono tanti altri nascosti nel sommerso della vergogna della denuncia. 
Ma per gli amministratori, ma anche per le associazioni e i circoli, questi casi non vanno ricordati. Non meritano di essere menzionati. 
Speriamo che anche fuori tempo massimo si organizzi qualcosa. Non si può dire che l'altomolise non esiste. 
Negli altri territori con i titoli dei convegni non sempre brillano. Troppo spesso è citato l' amore accanto alla violenza. 
Ma quantomeno se ne parla. Qui silenzio tombale. Argomento sepolto tra enogastronomia e  incontri agrosilvopastorali.

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 320.8428413
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK