Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Provinciale chiusa per frana, lunedì il caso in Consiglio

La consigliere Menna pressa l'assessore Tavani. E Fangio invita alla mobilitazione

Condividi su:
CASTIGLIONE MESSER MARINO - Provinciale 152 chiusa per frana, la consigliere dell’Idv Eliana Menna incalza l’assessore Tavani. E Fangio invita alla mobilitazione tutto il paese. Lunedì pomeriggio, nel corso della seduta del Consiglio provinciale, l’assessore Tavani dovrà dare una risposta ufficiale all’interrogazione presentata da Menna, precisando come la Provincia intende muoversi per risolvere il problema. «La popolazione di Castiglione chiede a gran voce la riapertura temporanea di una corsia e, stando alle promesse fatte, questo dovrebbe avvenire entro Pasqua. - commenta Enzo Fangio, già consigliere comunale di minoranza ed esponente locale dell’Italia dei Valori - La discussione in Consiglio provinciale è una grande occasione per far sentire la voce dei castiglionesi fin dentro l’aula dell’ente. Per questo invito i cittadini che possono recarsi a Chieti ad essere presenti dalle ore 17 per sentire anche gli ultimi sviluppi dopo il sopralluogo fatto mercoledì dal geologo. E’ importante fare pressione e non mollare perché le promesse ci sono, i soldi anche, adesso servono i fatti. Non possiamo aspettare la progettazione, appalti, ricorsi, controricorsi. L’esasperazione delle tante persone che quotidianamente fanno centinaia di chilometri è palpabile e se a breve non si troveranno soluzioni si metterà in ginocchio un intero paese e la responsabilità sarà tutta delle istituzioni che non avranno capito la gravità della situazione. Per questo rinnovo l’appello sopratutto agli studenti a presentarsi in Provincia per seguire la discussione del Consiglio. Anche come lista civica “Uniti per Castiglione”, che si candida ad amministrare il paese, pur non avendo nessun incarico istituzionale, ci stiamo impegnando facendo pressioni in maniera trasversale sui consiglieri provinciali e regionali per trovare una soluzione. Ma quando non si ha un rappresentante locale diventa tutto più difficile per questo serve l’appoggio di tutti i cittadini, ognuno deve contribuire come può, anche con la semplice presenza».
Condividi su:

Seguici su Facebook