Partecipa a Alto Molise

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Giornate Fai, mille turisti ad Agnone

Condividi su:
Giornate Fai, 1000 turisti ad Agnone. Il Touring club dichiara: Agnone merita la sua bandiera arancione. Il 24 e il 25 marzo numerosi centri italiani sono stati al centro dell’attenzione. Un’iniziativa del Fai (Fondo ambiente italiano) ha portato turisti in numerose città italiane pubblicizzando 670 beni italiani. Agnone e Pescopennataro erano tra questi. A Pescopennataro era possibile godere delle bellezze del Museo Civico della Pietra. Per quanto riguarda Agnone è stato possibile visitare le Fonderie del Rame, l’antico mulino ad acqua Scatozza che sono esempi dell’archeologia industriale locale. Porte aperte anche in numerose chiese quali quella di San Amico, San Antonio, San Emidio, San Francesco e San marco. Presso il palazzo San Francesco, ora sede della biblioteca comunale, è stato possibile partecipare alla mostra del libro antico. Inoltre Armando Marinelli, dell’omonima fonderia delle campane, ha concesso un open day, totalmente gratuito. Annuncia Antonio Camperchioli della pro loco Agnone “Ad Agnone abbiamo avuto la fortuna di accogliere ben 1000 turisti dei quali 300 hanno preso parte alla visita guidata alle Fonderie del rame. Un forte ringraziamento va ad Armando Marinelli per aver concesso l’open day nella fonderia di famiglia. Un plauso ai ragazzi della scuola media e del liceo scientifico che si sono candidati come ciceroni. Gli studenti delle scuole medie si sono infatti occupati delle Chiese di San Francesco e di San Marco; per quanto riguarda gli iscritti al liceo scientifico, hanno rivolto la loro attenzione alle Chiese di San Antonio e San Emidio.” Signor Camperchioli, Agnone ha avuto l’onore di ospitare addirittura membri del gruppo del Touring club, è vero? “Si, 80 membri del Touring club hanno visitato ad Agnone. Vorrei, inoltre, sottolineare che di questo gruppo facevano parte tre responsabili del Touring Club e anche un onorevole. È stato davvero piacevole sentir dire da questi membri che Agnone merita davvero la bandiera arancione che gli è stata conferita qualche anno fa.”
Condividi su:

Seguici su Facebook