Sanremo 2020 e il caso del rapper contro le donne. Parlano i Molotov Cocktail: intervenga la commissione parlamentare di sorveglianza

Il duo di carabinieri e poliziotti continua a promuovere con Neanche una in più la battaglia contro la violenza sulle donne

| di Viviana Pizzi
| Categoria: Attualità
STAMPA
È di queste ore la polemica tutta sanremese dedicata ad Amadeus che ha fatto due scelte fatali per le donne. 
 
La prima è aver osannato le donne " bellissime e che sanno stare un passo indietro". La seconda è aver invitato il rapper Junior Cally famoso per aver scritto rap in cui inneggia alla violenza sulle donne. 
 
Sul caso si sono mobilitate le donne di tutti i partiti. Noi abbiamo interpellato due cantanti molisani, Paolo Izzi e Sobrino Coppetelli che con il suo duo denominato Molotov Cocktail, hanno lanciato il singolo "Neanche una in più" in cui invece si difendono le donne vittime di violenza.
 
Al contrario di Junior Cally il carabiniere e il poliziotto che operano in Molise utilizzano la musica per le donne. Infatti il ricavato delle loro attività legate al singolo, andrà a sostegno dello sportello antiviolenza Liberaluna Onlus. 
 
Paolo Izzi sul caso ha commentato così in un post su Facebook: "Capisco la voglia di andare controcorrente.... Capisco il desiderio di non volersi omologare a tutti i costi...capisco un po tutto...ma ciò che non riesco proprio a capire e di conseguenza a tollerare è come si possa solo pensare di invitare sul palco di Sanremo un artista(??????) la cui canzone è una apologia della violenza sulle donne. Spero in un intervento della magistratura e della Commissione Parlamentare di sorveglianza!!!". 
 
Sobrino Coppetelli sempre sullo stesso argomento ha aggiunto: "La musica é un altoparlante con infinite possibilità di propagazione ..
In passato si é usata per una miriade di cose socialmente utili. Il mio modo di concepire la Musica é quello di poter dare un segnale,  di potere ( sempre nel mio piccolo) fare qualcosa. 
Non posso condividere chi usa la " Musica" senza rendersi conto ( spero ) delle ripercussioni sociali". 
 
Ma quali sono i messaggi di Junior Cally? Eccoli molto chiari: ""Lei si chiama Gioia, beve poi ingoia.
Balla mezza nuda, dopo te la da.
Si chiama Gioia, perché fa la tr*ia, sì, per la gioia di mamma e papà".
"Questa non sa cosa dice. Porca tro*a, quanto ca**o chiacchera? L'ho ammazzata, le ho strappato la borsa. C'ho rivestito la maschera".
"state buoni, a queste donne alzo minigonne";
"me la chi*vo di brutto mentre legge Nietzche";
«ci scopi*mo Giusy Ferreri [la cantante ndr]»;
«lo sai che fotti*mo Greta Menchi [una influencer, ndr];
«lo sai voglio fott*re con la Canalis [la conduttrice ndr]»;
«queste put**ne con le Lelly Kelly non sanno che fott*no con Junior Cally»
 
Qui invece il bellissimo video dei cantanti nostrani che si faranno conoscere per la loro sensibilità.

 

Viviana Pizzi

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK