Comunali Agnone, il perché del rifiuto del viceprefetto Di Menna: vivo a Roma, sarei troppo lontano dai cittadini

| di Maria Carosella
| Categoria: Attualità
STAMPA

"Sono lusingato per la proposta che ho ricevuto di candidatura a Sindaco di Agnone, ma pur avendoci riflettuto se accettare o no, alla fine ha prevalso una decisione subordinata al fatto che vivo a Roma e tutta la mia famiglia risiede a Roma e questo è stato il motivo che mi ha fatto declinare la richiesta"

 Questa è la risposta alla nostra domanda di una sua eventuale candidatura  a Sindaco che l'ex Prefetto di Isernia dott Francescopaolo Di Menna ha dato.  Tornato a Agnone dopo un lungo periodo di assenza dovuto alle restrizioni legate alla pandemia di Covid 19 l'abbiamo incontrato lungo il corso principale, la nostra è stata una chiacchierata amichevole, ma era inevitabile la domanda su una sua candidatura. L'ex prefetto stimato professionalmente e umanamente dai cittadini agnonesi appariva realmente lusingato della richiesta a candidato sindaco che gli e' arrivata dalla compagine del centro destra agnonese ma ha confermato la sua non disponibilità. Le voci sulla sua candidatura erano insistenti ed era stata data dai rumors quasi per certa. Sarebbe stata in effetti una candidatura prestigiosa ma l'ex prefetto evidentemente pur amando molto il suo paese di origine, ha valutato l'impegno che un Sindaco ha nei confronti dei cittadini che lo delegano all'amministrazione di una città, impegno oneroso che forse mal si conciliava con altre esigenze di vita

Maria Carosella

Contatti

redazione@altomolise.net
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK